Ancora una volta il sistema dei bandi al massimo ribasso nel settore della pubblica amministrazione si trasforma in un colpo basso ai danni di lavoratori appartenenti a categorie fragili. Lo denunciano Fp Cgil, Fisascat Cisl e Uil Fpl, che lamentano che una gara fatta attraverso Intercenter porterà a un cambio dìappalto, che coinvolgerà tanti addetti, inclusi disabili e altri lavoratori svantaggiati. Sono quelli della cooperativa sociale Cils e Il Mandorlo, soppiantati da una pura cooperativa di servizi, che ha presentato un’offerta economica molto “aggressiva” per lo svolgimento di alcuni servizi comunali. Perciò i sindacati hanno chiesto un incontro urgente all’amministrazione, chiarendo fin da ora che se anche le coop sociali dovessero rientrare in gioco tramite un subappalto lo farebbero a condizioni penalizzanti. Perciò chiedono che si trovi una soluzioni in grado di salvaguardare realtà che hanno un’importante funzione sociale, in linea con lo spirito del Patto regionale per il lavoro.

Argomenti:

cooperative sociali

lavoratori

sindacati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *