Cesena, la scuola delle Vigne sarà intitolata a Rita Levi Montalcini

La scuola primaria Vigne, di Via Zoli 35, sarà intitolata a Rita Levi Montalcini nell’anno in cui ricorre il decennale della morte. Con questo gesto simbolico si renderà omaggio a una donna che ha dedicato l’intera vita alla ricerca e a una delle più importanti scienziate dell’epoca contemporanea, insignita del premio Nobel per la medicina nel 1986. La proposta è stata presentata al sindaco Enzo Lattuca direttamente dagli studenti della scuola primaria Vigne che, dopo aver svolto un lavoro di studio e conoscenza delle storie personali e professionali di alcuni personaggi storici, insieme alla dirigente Caterina Corsaro, agli insegnanti e a tutto il personale scolastico in servizio presso la sede scolastica, hanno richiesto di intitolare la loro scuola a Rita Levi Montalcini, altissimo esempio di emancipazione femminile, un faro per la storia della scienza.

Donna di scienza e di cultura, simbolo e punto di riferimento per la causa dell’avanzamento sociale e civile delle donne, Rita Levi Montalcini è morta nel 2012. Nel 1992, insieme alla sorella ha costituito, sotto il motto “Il futuro ai giovani”, in memoria del padre Adamo Levi, la Fondazione Levi-Montalcini, denominata dal 2001 Fondazione Rita Levi-Montalcini onlus. A Rita Levi Montalcini nel 1986 venne assegnato il Premio Nobel per la medicina grazie alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa. È stata, inoltre, la prima donna a fare parte della Pontificia Accademia delle Scienze e nel 2001 è stata nominata senatrice a vita, dall’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, che la scelse per i suoi meriti sociali e scientifici.

“I nostri alunni e i loro docenti – commenta la Dirigente Caterina Corsaro – sono partiti dall’amore verso la propria scuola certi che essa meritasse di essere intitolata ad una personalità significativa. Ecco perché dietro la scelta c’è un percorso di studio e ricerca che ha consentito agli alunni di conoscere, riflettere e scegliere consapevolmente  e con senso di responsabilità. L’individuazione del nome di Rita Levi Montalcini non è legata solo alla qualità  professionale della nostra scienziata ma anche alla sua levatura umana e alla rigorosa etica morale che l’ha contraddistinta. Un sentito ringraziamento va al Comune di Cesena sempre attento e sensibile  alle istanze che provengono dalla scuola”.

“Iniziative di questo genere avviate direttamente dai ragazzi – commenta il presidente del Quartiere Cervese Sud Diego Pagliarani – ci inorgogliscono perché significa che l’attenzione e la sensibilità verso il nostro passato sono vive. È importante crescere e formarsi tenendo bene a mente la lezione di grandi personaggi, uomini e donne, che hanno contribuito al progresso della nostra società. In questo senso, anche a seguito del potenziamento della nostra biblioteca di Quartiere, nell’ambito di Con.te.sto, vogliamo rafforzare la relazione con le scuole e gli studenti del nostro quartiere per avviare percorsi di studio della storia locale. Va bene infatti concentrarsi su eventi del passato di carattere internazionale ma dobbiamo preservare anche la storia locale, alla base della nostra città e della nostra identità di cittadini”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui