Cesena: la giornata mondiale della bicicletta entra alle Medie

Tutti a scuola in bicicletta. Questa mattina, in occasione della Giornata mondiale della bicicletta che si celebra annualmente il 3 giugno su iniziativa delle Nazioni Unite, gli studenti della Scuola secondaria di Primo grado di “Viale della Resistenza”, insieme ai loro insegnanti e al dirigente Marco Ruscelli, hanno festeggiato il mezzo di trasporto più sostenibile di sempre elencando tutte le attività svolte nel corso dell’anno scolastico appena concluso e legate alla ciclofficina e inaugurando un percorso espositivo tematico.

Viale della Resistenza ha deciso di investire sull’utilizzo della bicicletta e di promuoverne la diffusione per il suo potenziale educativo, anche tramite la realizzazione della nuova ciclofficina scolastica inaugurata lo scorso settembre, e di una serie di azioni progettuali relative alla cultura delle due ruote. Studenti e insegnanti hanno eseguito interventi di semplice manutenzione alle biciclette tramite la collaborazione con un ciclista professionista e l’individuazione di alunni “esperti” nelle classi; hanno organizzato, in compagnia di genitori e insegnanti e in collaborazione con la scuola ciclistica Bad Skull di Cesena, uscite didattiche a Cannuzzo, lungo l’asse del fiume Savio, a Fosso Ghiaia, Lido di Dante e Classe; e hanno dato vita a un concorso interno per l’elaborazione di un poster sul tema della sostenibilità ambientale e l’utilizzo della bicicletta con una esposizione pubblica di tutti gli elaborati prodotti dalle classi II D e II O inaugurata questa mattina alla presenza dell’Assessora alla Mobilità Sostenibile e Viabilità Francesca Lucchi.

“Spostarsi in bicicletta in ambito urbano – commenta l’assessore alla Mobilità sostenibile e Viabilità Francesca Lucchi – è una buona e sana abitudine che va appresa fin da bambini e che rende le nostre città più vivibili e amiche dell’ambiente. A questo proposito, il nostro obiettivo è di creare tra i più giovani e sull’intero territorio comunale i presupposti per una cultura degli spostamenti che vada a favorire l’ambiente riducendo il più possibile le emissioni di CO2 nell’aria. Gli studenti della scuola di Viale della Resistenza nel corso di questo anno scolastico, grazie al supporto e all’accompagnamento continuo dei loro insegnanti e delle loro insegnanti e del dirigente scolastico Marco Ruscelli, hanno dato vita a una ricca programmazione di iniziative coronata dall’avvio della prima ciclofficina scolastica realizzata nell’ambito del progetto ‘Cambiamomarcia’, il programma sperimentale nazionale di mobilità casa-scuola e casa-lavoro cofinanziato dal Ministero dell’ambiente, a cui come Comune abbiamo aderito. Pedalare – prosegue l’assessore – rappresenta un’abitudine quotidiana fondamentale, per questa ragione la ciclofficina di Viale della Resistenza potrà essere utilizzata anche da altre scuole e replicata in futuro in ciascun quartiere per creare una rete di ciclofficine con lo scopo di sensibilizzare i nostri ragazzi alla passione per le due ruote”.

“Viale della Resistenza – commenta il Dirigente scolastico Marco Ruscelli – coglie l’occasione per ringraziare il Comune di Cesena senza il cui prezioso contributo, nell’ambito del progetto Cambiamomarcia, la ciclofficina non si sarebbe potuta realizzare. La collaborazione con l’Amministrazione comunale è stata importante ed imprescindibile, e ha nei fatti dimostrato che le visioni educativo-didattiche della scuola, e le esigenze di promozione di politiche ‘sostenibili’ da parte dell’ente locale, possono generare percorsi di indubbia qualità se adeguatamente condivise e sviluppate”.

Il progetto della ciclofficina nasce dalla necessità condivisa tra il Comune di Cesena e la scuola di Viale della Resistenza di poter disporre di una struttura di appoggio per realizzare con i ragazzi e le ragazze attività pratiche e palestre all’aperto legate alla cultura delle due ruote. Nello specifico, quest’opera si inserisce nell’ampio ventaglio di attività di “Cambiamomarcia” dedicate all’azione di mobility management scolastico rivolta a insegnanti e ragazzi delle scuole medie (11-14 anni) e destinata a diventare un punto di riferimento della mobilità scolastica del quartiere Oltresavio. Oltre a essere collocata lungo la via interessata dall’intervento infrastrutturale principale della pista ciclabile su Viale della Resistenza (progetto riqualificazione via Emilia 2° stralcio), la ciclofficina è vicina al parcheggio scambiatore dell’Ippodromo, principale ingresso della città.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui