Cesena: incontro e cena solidale sui temi dell’accoglienza

Tendere la mano a chi vive in condizioni di gran lunga peggiori delle proprie. Tanto da doversi allontanare dal proprio Paese d’origine. Spesso rischiando la vita. Ascoltare la testimonianza di chi è a fianco di queste persone e cenare insieme per raccogliere fondi da destinare ai meno fortunati.

Sarà un’antivigilia di Natale profondamente diversa dal solito quella nella parrocchia dell’Ippodromo.

Nella cultura (di solito imperante) del “me ne frego” è più facile guardare ai propri problemi quotidiani che tendere la mano a chi sta peggio. Chi non vorrà restare alla superficie delle vicende che accadono nel mondo e che coinvolgono da vicino anche l’Italia potrà ascoltare le voci di chi vive ogni giorno sulla propria pelle i disagi ed i pericoli della fuga a caccia di un destino migliore.

Il 23 dicembre nella parrocchia di Santa Maria della Speranza (via Tripoli 185) scatta l’evento benefico “Accoglienza”: nato dalle riflessioni su una precedente testimonianza di viaggio missionario in Tanzania, fatta a settembre 2022.

Alle 18 dell’antivigilia l’evento sarà aperto dalla messa dedicata all’Accoglienza, a cui seguirà un momento di forte testimonianza con don Mattia Ferrari, cappellano nella Diocesi di Modena-Nonantola e sulla Mare Jonio, la nave di Mediterranea Saving Humans, impegnata nel soccorso in mare delle persone migranti e naufraghe e con due ragazzi dell’associazione Papa Giovanni XXIII: Saidou, originario della Costa d’Avorio ed arrivato in Sicilia dalla Libia, ma ormai integrato da diversi anni, che vive a Cesena con la propria moglie e i due figli, e Oumar del Mali, arrivato in Italia nel luglio del 2022 per cui è in corso un progetto per il riconoscimento di richiedente asilo. Interverranno Carmelina Labruzzo, assessore ai Servizi sociali del Comune, Ivan Bartoletti Stella, direttore della Caritas diocesana, l’associazione Mediterranea Saving Humans e Giorgio Pollastri, responsabile della Papa Giovanni XXIII. Al termine della serata vi sarà una cena (su prenotazione) a base di polenta con ragù, salsiccia, fagioli, ciambella con crema calda e bevande il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui