Cesena, il sindaco “intervistato” alla scuola elementare di Saiano

Una giornata a scuola per il sindaco Enzo Lattuca.

Perché hai voluto fare il sindaco? Quale attività svolge il Consiglio Comunale? È più o meno facile amministrare Cesena? Un’intervista a tutto tondo sui concetti di partecipazione, rappresentanza e democrazia è stata rivolta al Sindaco Enzo Lattuca dagli studenti della scuola primaria “Sergio Mariani” di Saiano, appartenente al terzo circolo didattico di Cesena. “Abbiamo invitato il Sindaco – commenta l’insegnante Valentina Farneti – per approfondire la sua attività e per conoscere maggiormente il lavoro svolto dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale. Gli studenti hanno condiviso con il Primo cittadino le loro curiosità per capire istituzionalmente il significato di ‘assemblea’. Inoltre, l’invito rivolto al Sindaco si inserisce nell’ambito della la Settimana Civica ‘Noi come cittadini. Noi come popolo’ che, su invito del Coordinamento Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, abbiamo promosso per valorizzare e promuovere l’educazione civica delle giovani generazioni”.

La Settimana Civica si svolge a conclusione dell’anno in cui, per volere unanime del Parlamento, dopo una importante raccolta di firme organizzata dall’ANCI, ha preso avvio l’insegnamento dell’educazione civica in tutte le scuole di ogni ordine e grado. “Insieme agli studenti della scuola primaria di Saiano – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – abbiamo riflettuto sulle sfide della politica e su concetti fondamentali allo svolgimento della democrazia. Le attività svolte nel corso di quest’ultima settimana hanno fatto sì che alunni e insegnanti potessero riflettere su ciò che nel passato è stato uno degli elementi fondanti della città, per arrivare a una completa conoscenza della struttura e del funzionamento dell’Amministrazione comunale nel presente, in modo da rendere più stretto il rapporto tra i futuri cittadini e le Istituzioni. Il progetto a cui gli studenti hanno lavorato nasce infatti per promuovere la cultura dei diritti e delle responsabilità e per celebrare con consapevolezza la Festa della Liberazione, il 160° anniversario dell’Unità d’Italia e il 75° della Repubblica. Le giovani generazioni hanno il dovere di conoscere i valori fondamentali della Costituzione italiana. Loro sono i cittadini del domani ed è importante che sin da oggi familiarizzino con le Istituzioni per conoscere bene e meglio il territorio in cui vivono e l’attività svolta dal Comune. Ci siamo lasciati con una promessa: non appena torneremo alla normalità i bambini e le bambine verranno in visita in Municipio per assistere ai lavori del Consiglio comunale”.

La Settimana è stata dedicata alla memoria di Luca Attanasio, diplomatico italiano ucciso durante un agguato nella Repubblica Democratica del Congo, dove era console, riconosciuto da tutti come “cittadino esemplare”, perché la sua testimonianza possa ispirare le scelte e i comportamenti di tutti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui