Cesena, il ritorno di “Benessere Giovane”

Torna Benessere Giovane, una tradizione a Cesena che continua con successo dal 2009, quella che porta l’educazione motoria nelle scuole elementari. Una consuetudine che l’associazione Benessere in Movimento, in partnership con Atletica Endas Cesena e Accademia Calcio Cesena ha rimesso in pista da qualche giorno con il supporto di Amadori e Conad Cia, azienda a fianco del progetto fin dalla prima edizione.

Saranno coinvolti circa 850 alunni di 40 classi del primo e secondo anno di quattro circoli didattici (Carducci, Fiorita, Oltresavio e Sant’Egidio). A guidarli in un divertente percorso di alfabetizzazione motoria i piccoli studenti troveranno la collaudata squadra di istruttori laureati in scienze motorie (Elena Baiardi, Martina Dell’Omo, Alex Fattori, Matteo Marcucci, Stefania Medri, Bernardo Vaccari e Filippo Vitali) coordinati dal professor Davide Cicognani, responsabile sul campo del progetto. “Il programma di questa edizione si terrà tutto all’aperto per garantire la massima sicurezza – spiega Cicognani – sarà articolato su dieci unità didattiche della durata di un’ora ciascuna. I primi due appuntamenti saranno dedicati a esercitazioni a carattere generale, a questi seguiranno quattro lezioni in cui i ragazzi sperimenteranno gli schemi motori dell’atletica leggera (correre, saltare e lanciare) e altre quattro dedicate al “giocosport” in cui, utilizzando il calcio, andremo a stimolare il miglioramento della coordinazione oculo-manuale-podalica . Il tutto sempre in forma di gioco perché è il modo migliore per far apprendere ai bambini questi elementi che saranno importantissimi nel loro sviluppo futuro.”

Dopo due anni fortemente segnati dall’emergenza Covid il ritorno di Benessere Giovane nelle scuole è anche un piccolo segnale di ritorno alla normalità per i ragazzi. Prima il lockdown poi le limitazioni a moltissime attività sportive hanno ristretto la loro possibilità di praticare sport con tutte le conseguenze negative, anche psicologiche, che sono sotto gli occhi di tutti. “La pandemia ha indubbiamente lasciato degli effetti su tutti noi e soprattutto sui più giovani – racconta l’ideatrice del progetto Nicoletta Tozzi, pluricampionessa italiana degli 800 metri – le restrizioni che abbiamo dovuto affrontare hanno reso ancora più evidente quanto lo sport sia per i ragazzi uno strumento fondamentale per la socialità e per la salute. Quello dell’educazione al movimento è un percorso che va iniziato da giovanissimi perché possa diventare un’abitudine virtuosa Anche durante i momenti in cui le scuole erano costrette alla didattica a distanza abbiamo cercato di stimolare i ragazzi a mantenersi attivi, per esempio realizzando alcuni video che proponevano piccole esercitazioni da effettuare nel cortile di casa. Finalmente è arrivato il momento in cui potremo tornare a interagire con loro in presenza e in sicurezza.”

Si torna alla normalità con le dovute cautele quindi: lezioni in presenza e il 21 maggio, situazione sanitaria permettendo, manifestazione finale al campo di atletica di Cesena. “Poter tornare a realizzare anche l’evento conclusivo del progetto sarebbe la nostra soddisfazione più grande – continua la Tozzi – perché è il momento in cui i ragazzi possono mettere alla prova quanto hanno imparato durante gli incontri nelle scuole sfidandosi in tante piccole “gare” appositamente studiate per loro. Il campo di atletica ha spazi amplissimi ed è il luogo ideale per far divertire tutti i nostri piccoli allievi in sicurezza. Speriamo che, l’anno prossimo, le attenzioni a cui ci costringe il virus possano essere mandate in archivio del tutto.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui