Cesena, Il Cigno, Team Service e Project Work Italia uniti per l’Ucraina

Una risposta corale e generosa quella che è stata data dai lavoratori all’invito delle cooperative  “Il Cigno”, “Team Service” e “Project Work Italia” di destinare gli emolumenti di tre ore del proprio lavoro per poter sostenere il popolo ucraino che sta vivendo il dramma della guerra. 

All’adesione capillare dei collaboratori si è aggiunta quella delle famiglie degli ospiti delle  strutture assistenziali che hanno donato materiale di prima necessità. 

Grazie a questo esteso gesto di solidarietà sono stati raccolti complessivamente 12.166,69 euro, un importo che è stato raddoppiato grazie all’intervento diretto delle cooperative promotrici; pertanto la somma complessiva raccolta è risultata pari a 24.333,38 euro. Si tratta di una somma che è stata destinata all’acquisto di materiale parasanitario, farmaci, alimentare ed igiene personale, di cui il popolo ucraino ha assoluta necessità.

Nel centro raccolta di San Giovanni in Marignano i fornitori hanno consegnato  il materiale ai rappresentanti delle cooperative che è stato poi inviato in Ucraina

“Come è già avvenuto in passato per altre emergenze umanitarie – spiegano il presidente della cooperativa Il Cigno Roberto Campacci e la direttrice generale Annagrazia Giannini – la guerra in Ucraina, con i tragici eventi in corso  da oltre cento giorni ha mobilitato anche le nostre cooperative così come tanti altri sodalizi del nostro Paese per esprimere la propria fattiva vicinanza al martoriato popolo ucraino aggredito. Nelle nostre strutture lavorano 13 persone di nazionalità ucraina che hanno familiari, parenti ed amici che si trovavano in quel paese martoriato dallo scoppio della guerra, ai quali siamo particolarmente vicini e ai quali abbiamo voluto far sentire la nostra vicinanza ed il nostro sostegno”.

Annagrazia Giannini

“Insieme a tutti i nostri coordinatori delle strutture e servizi – aggiungono il presidente e la direttrice generale – abbiamo incontrato una rappresentanza di questi lavoratori ucraini dando vita ad un apposito comitato allo scopo  di fornire sostegno e aiuto attraverso atti concreti di solidarietà raccogliendo da loro stessi, segnalazioni relative a tutte le necessità e i bisogni del popolo ucraino.  Il comitato ha operato con dedizione ed efficacia. Siamo veramente orgogliosi di come i nostri lavoratori si siano coinvolti e parimenti lo siamo per la risposta avuta dai familiari dei nostri ospiti, un segnale di grande coesione che ci gratifica. Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto una comunicazione da parte di ONG “Ucraina SOS” che ci ringraziava per aver inviato anche carrozzine e deambulatori necessari ai bisogni speciali delle persone. Grazie all’apporto di tutti abbiamo fornito il nostro sentito contributo al popolo ucraino martoriato”.

Roberto Campacci

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui