Cesena: ha rischiato la morte per una puntura di insetto

Cosa esattamente lo abbia punto nessuno lo sa. Anche perché quel “pizzico” doloroso lo ha sentito mentre stava girando con la moto. Una volta a casa però gli effetti della puntura si sono riversati su di lui in maniera violenta. Quando i sanitari del 118 sono intervenuti e lo hanno salvato la sua pressione cardiaca stava precipitando a terra.

Un spavento enorme quello vissuto dal 63enne L.A.. Il 118 ieri mattina è stato chiamato ad intervenire nella sua abitazione alle Vigne dove era rientrato da un po’. In moto era stato punto da un insetto che non gli stava dando uno shock anafilattico con i sintomi classici. Non gli si era gonfiata la gola né gli mancava il respiro.

Il veleno lo stava intaccando a livello gastroenterico. Poi una sudorazione violenta e continuativa come le persone che vengono colte da un malore cardiaco. La pressione sanguigna stava precipitando velocemente verso il basso.

Gli specialisti del servizio ambulanze, arrivati sul posto anche con l’auto medicalizzata, gli hanno somministrato i medicinali necessari per annullare l’effetto della puntura subita in moto. Presumibilmente da un imenottero. Poi l’uomo è stato trasferito all’ospedale Bufalini per tutte le verifiche del caso e continuare le cure. Sono servite molte ore perché la sua situazione clinica tornasse ai livelli di guardia. Non completamente consapevole di esser così violentemente allergico a qualcuno dei vari veleni iniettabili dagli insetti, quando il periodo di guarigione sarà sufficientemente datato nei mesi dovrà intraprendere un percorso per capire il rischio corso e quali siano nel dettaglio gli insetti da cui stare lontano ad ogni costo. Dopo una lunga osservazione in pronto soccorso è stato dimesso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui