I soccorsi

CESENA. «È evidente come ci siano qui delle problematiche di visibilità da risolvere. In nemmeno 10 giorni è la seconda volta che si fanno male».
I commenti sconsolati sono dei residenti della zona tra la via Cerchia di San Martino e la via Ravennate: incrocio di San Martino in Fiume ultimamente funestato dagli incidenti stradali.
La polizia locale di Cesena – Montiano indaga su quanto avvenuto attorno alle 16.30. Quando una Kia Picanto rossa ed una Seat Ibiza di colore grigio si sono scontrate all’incrocio. L’ipotesi più attendibile al vaglio per ora è quella di una mancata precedenza. L’urto è stato molto forte e tutte e due le donne che si trovavano al volante sono rimaste pesantemente contuse.


Meno grave una giovane cesenate che ha atteso seduta su una sedia (fornita dai residenti) i soccorsi del 118. Mentre i vigili del fuoco liberavano dalle lamiere della sua vettura la ferita più grave: una 38enne residente a Cannuzzo. Sul posto era stato fatto atterrare anche l’elicottero del 118. Con il medico che ha valutato le pazienti prima che tutte e due venissero trasportate, con differenti ambulanze, all’ospedale Bufalini.
La 38enne, per le lesioni riportate è stata ricoverata nel reparto di Neurochirurgia.
Non mancano da parte dei residenti le critiche sull’intersezione. «La strada è a lunga percorrenza ed “invita” a correre. Evidentemente sul tratto di Ravennate che interseca la Cerchia di San Martino la visibilità non aiuta e la velocità andrebbe moderata per evitare tragedie».
Non più tardi di 8 giorni fa, infatti, nello stesso incrocio si erano scontrati due motociclisti. Con un 58 enne bancario cesenate finito ricoverato con 30 giorni per la guarigione.

Argomenti:

118

elimedica

incidente

polizia locale cesena - montiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *