Giovedì “Cesena in giallo” ai giardini Savelli

Giovedì 30 giugno “Cesena in giallo” ai Giardini Savelli. Alle ore 18.30, la giornalista Elide Giordani dialoga con gli autori Paolo Turroni, Davide Buratti e Luca Casadei, autori di tre libri con delitto ambientati in città. L’ingresso è gratuito.

E’ un aperitivo con gli autori il terzo appuntamento di “Piadina, delitto e Sangiovese”, rassegna itinerante di incontri dedicata a chi ha un debole per i misteri e i sapori tipici del territorio organizzata a Cesena dal Gruppo Genesi Musical con il sostegno del Comune di Cesena e la collaborazione della Strada della Romagna.

Giovedì 30 giugno, alle ore 18.30, nel palco estivo del Chiosko dei Giardini Savelli (viale Carducci 20), l’appuntamento è con “Cesena in giallo: tra storia, cronaca e fiction”. A dialogare con la giornalista Elide Giordani saranno tre autori cesenati che hanno scelto la propria città come luogo del delitto, spaziando tra diverse soluzioni narrative: Paolo Turroni (“Cesena criminale” volumi 1 e 2, Il Ponte Vecchio, 2020-2021), Davide Buratti (“Inferno e paradiso”, Pegasus Edition, 2021) e Luca Casadei (“Il caso Matias Ora”, Bookabook, 2022).

I tre libri dell’incontro “Cesena in giallo”

“Cesena criminale” di Paolo Turroni è un viaggio nella storia della città che pone l’attenzione sulle pagine più oscure: crimini, delitti, violenze di ogni tipo aspettano il lettore che voglia scoprire il passato più tenebroso della città a forma di scorpione.

“Inferno e Paradiso” di Davide Buratti è un thriller in cui trova spazio anche una tribolata storia d’amore e la cui trama ruota attorno a un giornalista di un quotidiano locale che indaga sulle difficoltà di una banca a rischio di bancarotta e sulla morte sospetta di un’anziana signora che viveva sola in città.

“Il caso Matias Ora” di Luca Casadei è un giallo contemporaneo che parte dalla scomparsa misteriosa di una donna. A indagare sono tre diversi personaggi: un commissario di polizia, una giornalista e un sommelier ex compagno della donna scomparsa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui