Cesena, Giardini di Serravalle pronti al rilancio

Quello dello scorso anno fu un primo test, dettato anche dal bisogno di “fare di necessità virtù”, l’edizione di quest’anno è servita invece a consolidarne il potenziale. I giardini di Serravalle anche nell’edizione appena conclusa della festa patronale hanno, infatti, dato prova del ruolo attrattivo che possono avere tra gli spazi cittadini.

«La considerazione di quale possa essere il potenziale di quei giardini è alta», conferma il sindaco Enzo Lattuca. Che quello spazio verde si trovi al centro delle attenzioni dell’amministrazione lo aveva raccontato anche il vicesindaco Christian Castorri nella conferenza stampa di metà mandato. Indicando quali fossero gli obiettivi su cui lavorare fino al 2024, Castorri aveva indicato i parchi cittadini, a partire proprio da Serravalle. «Già oggi, nonostante quel parco sia oggetto delle normali manutenzioni dedicate agli spazi verdi, nulla di più, è un’area molto frequentata». L’intenzione è quella di progettare un intervento che consolidi il ruolo di questo parco nella città.

Intervenire sì, «ma senza snaturare l’area e la funzione che ha già oggi, mantenendo prevalente la funzione pubblica, prevedendo al massimo attività di piccolo ristoro». L’intenzione non è quella di farne un nuova meta da aperitivo, ma mantenerne la vocazione di luogo per le famiglie e per i bambini, un eventuale chiosco, in questo scenario, sarebbe quindi da immaginare a supporto di chi fruisce già il parco e non come nuovo polo attrattivo. Nella fase attuale, precisa il sindaco, «abbiamo un’idea, che dovrà poi tramutarsi in progetto».

L’idea di fondo è comunque quella di un rilancio che parta dalla cura del verde, dalle manutenzioni, da quelle piccole attenzioni che sono spesso premessa di una fruizione quotidiana. La pandemia, le restrizioni che ha reso necessarie hanno creato le premesse per una riscoperta degli spazi verdi, è stato così per la Fiera di San Giovanni e per le attività di Green City. Ora l’intenzione è quella di consolidare questa tendenza, cercando anche il dialogo con i quartieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui