Cesena. Francesca Amadori licenziata alla vigilia dei 90 anni del nonno

CESENA. Francesca Amadori licenziata dal gruppo fondato dal nonno Francesco non ci sta e medita di far causa all’azienda nella quale il padre Flavio è presidente. La notizia clamorosa è di queste ore. Gesco sca, che coordina le cooperative del gruppo (1,2 miliardi di euro di fatturato nel 2020), spiega che il rapporto con Francesca (responsabile del settore Comunicazione) “si è concluso per motivazioni coerenti e rispettose dei principi e delle regole aziendali, valide per tutti i dipendenti senza distinzione alcuna”. Così, a due giorni dal compleanno dei 90 anni di Nonno Francesco (famoso per lo spot “Parola di Francesco Amadori”, cavaliere del lavoro e premio Malatesta Novello, nato a Cesena il 15 gennaio 1932), si apre una “ferita” nella storia della famiglia.

“In merito alle notizie che riguardano la mia persona”, spiega Francesca, “desidero precisare che nei 18 anni di attività lavorativa presso il Gruppo di famiglia, ho sempre operato in maniera eticamente corretta e nell’interesse dell’azienda, animata dal sentimento di attaccamento che da sempre mi lega all’impresa fondata da mio nonno Francesco.

Quanto al licenziamento, preciso che sto valutando le iniziative più opportune per oppormi ad un provvedimento che ritengo ingiusto e illegittimo e che non riguarda la violazione di alcuna regola aziendale, trovando al contrario fondamento in altre logiche che dovranno essere appurate nelle opportune sedi”.

Il Gruppo Amadori è uno principali leader nel settore agroalimentare italiano.
Specialista nel settore avicolo, ha una quota di mercato intorno al 30% sul totale carni avicole in Italia e può contare sulla collaborazione di oltre 8.500 persone.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui