Cesena, piccolo borgo antico: libri, riviste e un mazzo di carte per chi aspetta il bus a Tessello

Un tavolino, una panca e il necessario per trascorrere l’attesa. Succede a Tessello dove una delle fermate del bus a Tessello piuttosto malmessa è stata allestita di tutto punto da qualcuno, probabilmente residente in zona che ha pensato di darsi da fare per rendere quella pensilina un posto un po’ più accogliente. Così nel poco spazio a disposizione è comparsa una panca in legno e un tavolino, un telo per fare un po’ di ombra o riparare dall’aria e tutto il necessario per ingannare l’attesa: qualche libro, delle riviste e un mazzo di carte romagnole, ma anche dell’igienizzante per le mani, un bidoncino per raccogliere l’immondizia e scopa e paletta per chi volesse contribuire a prendersene cura. Completano l’allestimento qualche fiore e una foto che immortala due persone anziane nella neve accompagnata dall’esortazione scritta con un pennarello a “ricordare un po’ di fresco”, visto il caldo ferragostano, e un’altra massima, sempre immortalata con pennarello nero su foglio A4 che recita “Se si parlasse bene dei vivi come si parla bene dei morti saremmo tutti un po’ più migliori”. La fermata decorata dista di poco ad un altro “allestimento” improvvisato che però non è dato sapere se sia opera della stessa mano. Poco distante sono stati realizzati dei cartelli stradali che alle indicazioni per le località vicine aggiungono anche quelle per località come Londra, New York, Parigi, Berna, Rio de Janeiro. Ai piedi dei cartelli con uno pneumatico è stato realizzato un altarino alla Madonna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui