Cesena, elezioni rsu sanità: candidato Cisl preso di mira

“Le elezioni rsu sono un importante momento democratico, che ci permette anche di fare un esame di ciò che siamo riusciti ad ottenere negli ultimi anni e proporre i prossimi obiettivi da raggiungere”. Lo afferma Maria Antonietta Pedrelli, sindacalista della Cisl Fp sanità. L’organizzazione sindacale, nell’ambito di Cesena, in vista delle elezioni rsu del 5, 6 e 7 aprile, presenta per la sanità 33 candidati (21 donne e 12 uomini), che operano all’interno dell’azienda Ausl con diversi profili professionali.

“Purtroppo proprio nella giornata odierna – segnala Mario Giovanni Cozza, segretario generale della categoria – un nostro candidato ha ricevuto pesanti accuse attraverso volantini anonimi, volti a screditarlo, perché ha scelto la Cisl. Ma questo non ci fermerà, anzi crediamo che sia giusto che ogni candidato scelga il sindacato che più lo rappresenta. La Cisl è un sindacato libero e autonomo , non ci interessa essere catalogati con alcuna parte politica. Continueremo la nostra campagna elettorale portando avanti i nostri valori e i nostri programmi. Ci auguriamo che il terreno della competizione elettorale torni ad essere quello delle idee e delle proposte e non della polemica.

Pedrelli sottolinea poi i risultati del lavoro fatto: “Abbiamo raggiunto entrambi gli obiettivi che ci eravamo posti. Il primo è la creazione di un parcheggio gratuito tutto l’anno riservato ai soli dipendenti dell’ospedale Bufalini, ad oggi gli unici in Romagna a non avere un parcheggio gratuito a loro riservato. Siamo riusciti ad ottenere questo importante risultato, con la collaborazione del sindaco e del direttore generale. A loro abbiamo anche sottolineato l’importanza nel nuovo ospedale che sorgerà a Cesena di pianificare un’area sosta gratuita per tutti i dipendenti. Inoltre, grazie alla nostra azione, anche i lavoratori che svolgono il turno di notte, hanno diritto in mensa ad un pasto riconosciuto”.

Ma non è finita qui. “Il nostro impegno- prosegue Pedrelli – sarà quello di lottare affinchè si ritorni alle 36 ore lavorative, senza il costante timore di poter essere contattati per rientrare in servizio, rinunciando a ferie o riposi, come invece è spesso successo in questi ultimi due anni, mettendo in seria difficoltà la salute lavorativa e la professionalità del personale”.

I banchetti informativi proseguiranno nei prossimi giorni in tutti i presidi dell’Ausl Romagna. Ecco quelli in calendario: il 25 marzo a Savignano, dalle ore 11 alle 12.30 Savignano in via Fratelli Bandiera e dalle 12.45 alle 15 all’ospedale di comunità S.Colomba, nel parcheggio interno; il 28 marzo, dalle 11.45 alle 15, all’ospedale Marconi di Cesenatico, nel parcheggio interno; il 29 marzo, dalle 11.30 alle 15, all’ospedale Cappelli Mercato Saraceno, nel parcheggio interno; il 30 marzo, dalle 13.30 alle 15, all’ospedale Angioloni San Piero in Bagno, nel parcheggio interno; il 31 marzo, dalle 11.30 alle 15, al Cup Gambettola, nel parcheggio in via Viole; l’1 aprile, dalle 11.45 alle 15, al Dipartimento Sanità pubblica in via Moretti, a Case Finali; il 2 aprile, dalle 11.45 alle 15, e il 4 aprile, dalle 11.45 alle 15, davanti all’ingresso all’ospedale Bufalini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui