Cesena, ecco i premiati con la borsa di studio “Marco Pizzinelli”

Sono 18 gli studenti degli istituti superiori di Cesena e circondario premiati nella ventesima edizione delle borse di studio della Fondazione “Marco Pizzinelli”. Questa mattina al Palazzo del Ridotto la cerimonia in presenza (dopo che lo scorso anno era stato necessario ricorrere alla formula della videoconferenza).

A consegnare i riconoscimenti, sono stati due Consiglieri della Fondazione: il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Roberto Graziani e la dirigente scolastica del Liceo Classico ‘Monti’ Simonetta Bini.

I diciotto premiati – sei ragazzi e dodici ragazze – sono stati scelti, per merito, fra gli studenti che hanno frequentato le IV classi nell’anno scolastico 2020-2021. Si tratta di: Gianluca Matteagi e Giulia La Biunda dell’Istituto “Garibaldi – Da Vinci”, Nicole Primitivi E Alessia Battistini dell’Istituto “Serra”, Camilla Bisacchi Federico Spignoli del Liceo Scientifico “Righi”; Tommaso Simoncini e Mira Zoffoli del Liceo Classico “Monti”, Giada Cappelli e Giada Accetturo dell’Istituto “Versari – Macrelli”, Sofia Fiorentini e William Beli del Liceo Linguistico “Alpi”, Luca Casadei dell’Istituto “Pascal”, Margaret Nkrumah dell’Istituto Comandini, Monia Bernardini e Brian Bartolini dell’Istituto “Marie Curie” di Savignano, Asia Placentino e Martina Murani dell’Istituto “Leonardo da Vinci” di Cesenatico.

Ciascuno di loro ha ricevuto la somma di 400 euro, sotto forma di carta conto prepagata di Crédit Agricole Italia, accompagnata da un attestato su pergamena.

La Fondazione Marco Pizzinelli è nata nel 1994 sulla base del lascito testamentario di Ligo Pizzinelli, dipendente della Cassa di Risparmio di Cesena, che in questo modo ha voluto ricordare la memoria del giovane figlio Marco tragicamente scomparso in un incidente stradale quando era studente del Liceo Monti. Divenuta operativa nel 2002, in questi venti anni la Fondazione ha assegnato 388 premi per un importo complessivo di 370.000 euro.

“La consegna delle borse di studio – ricordano dalla Fondazione Pizzinelli – sottolinea l’importanza della scuola per la formazione dei cittadini ed è un messaggio di fiducia nei giovani e un riconoscimento del loro impegno. E la presenza maggioritaria di studentesse fra i premiati rappresenta un elemento positivo, che fa ben sperare per il futuro, con una maggiore presenza femminile anche nel mondo del lavoro”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui