Cesena, due conservatori per omaggiare Zappa e Reich

Nasce nell’ambito accademico di due prestigiose istituzioni musicali quali i conservatori Bruno Maderna di Cesena e Guido Cantelli di Novara il progetto calato su punti cardine della storia musicale del secondo Novecento ad oggi. Nell’intento di coinvolgere un pubblico più ampio nell’ascolto di opere fondamentali per le trasformazioni operate nella musica contemporanea attuale, la serata che avrà luogo questa sera, alle 21 al teatro Bonci per la stagione musicale, offre un prezioso contributo.

Ci si riferisce alle due multiformi e leggendarie personalità musicali statunitensi di Frank Zappa, morto prematuramente nel 1992 e Steve Reich, entrambi di grande influenza su generazioni di compositori anche per quanto riguarda il jazz e la popular musica, al centro del programma del concerto che vedrà in scena l’Ensemble di musica contemporanea C@n’t tell it, le voci soliste e le percussioni del Maderna dirette da Andrea Cappelleri.

Secondo una frase dello stesso Frank Zappa, iconoclasta della cultura americana, che ha reinterpretato nelle forme più bizzarre tutti i generi musicali dal rock’n’roll al blues al iazz, alla musica classica, «parlare di musica è come ballare di architettura”. Di qui il titolo dato alla serata per un viaggio musicale architettonicamente costruito partendo da una selezione di brani dell’ultimo album di Zappa The yellow shark, scritto prima della morte, che rappresenta un compendio della sua intera produzione e che ha goduto di una famosa esecuzione al teatro alla Scala. Destinata a una delle opere forse più complesse dell’ampia produzione di Reich, l’altra parte del programma che fa riferimento alla sua discendenza ebraica: Tehillim del 1981 per voci, percussioni e strumenti, su quattro testi del libro dei Salmi. Una sorta di cantillazione preghiera, dove, come annota il compositore “il ritmo musicale arriva direttamente dal ritmo del testo ebraico diventando flessibile e mutevole nel metro”.

Le voci soliste di Eleonora Benetti, Elisa Legname, Caterina Morigi, Laura Zecchini sono a cura di Alda Caiello, le percussioni preparate da Daniele Sabatani e Matteo Moretti, le installazioni multimediali del Dipartimento di musica elettronica del Maderna di Roberto Zanata, la direzione tecnica e regia del suono del conservatorio Cantelli a cura di Donato Napoli, la strumentazione a cura di Luca Cori, Paolo Geminiani, Paola Magnanini, Claudio Scannavini.

Alle 18, nel foyer del teatro Bonci a cura di Andrea Cappelleri si tiene una guida all’ascolto.

Biglietti da 6 a 10 euro.

Info: 0547 355959

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui