Cesena, doppio sopralluogo nella giungla urbana

Due sopralluoghi per la “giungla” di Case Frini. Lo stato di incuria e degrado denunciato dai cittadini e raccontato dal Corriere ieri, è finito nel mirino di Anas e dell’amministrazione comunale. Nella tarda mattinata di ieri i residenti della zona hanno notato con piacere uno dei furgoncini gialli di Anas parcheggiato in prossimità di quell’area verde incolta che da diverso tempo segnalano senza troppo successo. La fascia degradata si trova a ridosso della scarpata della Secante e i cittadini, che per qualche tempo hanno provato a darsi da fare per cercare di colmare la mancanza di cura, non sanno nemmeno se ricada sotto la competenza di Anas o faccia capo al demanio. Un dubbio che dal canto suo l’amministrazione intende togliersi con una serie di approfondimenti che cominceranno questa mattina con un sopralluogo dei tecnici del settore Verde Pubblico. «Facciamo un sopralluogo – ha detto ieri il vicesindaco Christian Castorri, interpellato in merito – per capire se è un’area su cui possiamo intervenire noi».

Residenti esasperati

Un interessamento atteso dai residenti della zona che dopo aver provato a contenere l’avanzata del verde sono ormai esasperati. La vegetazione si sta ormai allargando arrivando a sfondare anche la rete di recinzione, invadendo anche i punti asfaltati. Ma soprattutto, la mancanza di manutenzione, ha creato le condizioni perché proliferassero insetti, topi, bisce, che hanno dato vita a “incontri” inquietanti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui