Cesena, donna da Guinness, campione e 20 cartelli salva-ciclisti

“Io rispetto il ciclista”, la campagna di sensibilizzazione della sicurezza sulla strada ideata dall’associazione “Io rispetto il ciclista”, fondata da Paola Gianotti (quattro volte Guinness world record woman), Marco Cavorso e Maurizio Fondriest, approda a Cesena con l’installazione, nei punti di accesso alla città sulle strade urbane, di 20 cartelli su strada. Il primo è stato svelato questa mattina, all’intersezione tra le vie Padre Genocchi e Don Minzoni. A pochi giorni dal passaggio del Giro d’Italia, con questo gesto si punta a sensibilizzare gli automobilisti per una guida sicura e soprattutto per un sorpasso a un minimo di 1 metro e mezzo di distanza dell’automobilista rispetto a chi va in bici.

In Italia muore un ciclista ogni 35 ore e numerosi sono gli incidenti che si verificano in fase di sorpasso. Paola e Marco, insieme all’Accpi, lo scorso anno hanno portato in Parlamento la proposta di legge per il sorpasso ad un minimo di un metro e mezzo dell’automobilista sul ciclista, normativa già esistente nella maggior parte dei paesi europei, perché ad oggi nel Codice stradale la dicitura prevede un sorpasso a una distanza minima di sicurezza, che vuol dire tutto e vuol dire niente. Attualmente la normativa è in fase di convalidazione. Paola ha percorso sia nel 2018 che nel 2019 tutte le tappe del Giro d’Italia un giorno prima dei professionisti per portare avanti la campagna sul rispetto del ciclista sulla strada e nel 2020 ha fatto il Giro del Piemonte e il Giro della Toscana, coinvolgendo oltre 200 Comuni nell’installazione dei cartelli del metro e mezzo nei vari comuni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui