Cesena, dodicenne punta una lama in faccia a una compagna di classe

Attimi di terrore, nella tarda mattinata di martedì scorso, in una scuola media. All’interno di una classe, un ragazzino di 12 anni con disturbi psichici ha puntato un coltello, o secondo altri un cutter, contro una compagna. Per interminabili istanti la lama è stata a pochi centimetri dalla faccia della malcapitata, finché un insegnante di sostegno è intervenuto tempestivamente, scongiurando il pericolo che qualcuno si facesse male. Il dodicenne è stato portato fuori dall’aula, nonostante qualche resistenza, soprattutto sotto forma di insulti urlati in faccia al docente stesso, che era impegnato a calmarlo e a mettere al sicuro gli altri alunni. Dopo l’allontanamento da scuola, l’alunno che ha fatto quel gesto inquietante non vi ha ancora fatto rientro. Ma comprensibilmente quell’episodio ha scosso tutti, a partire dalla studentessa che si è vista minacciata dall’arma da taglio.
Il ragazzino è italiano e i suoi genitori, a detta di chi li conosce, sono persone della classe media, che non sembrano avere particolari disagi. Però il giovanissimo protagonista dell’atteggiamento aggressivo è alle prese con un serio disturbo psichico certificato, che si è già manifestato più volte. In particolare, è noto per un uso minaccioso che fa delle forbici all’interno dell’ambiente scolastico.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui