Sanzione tra i 400 e i 1.000 euro e chiusura dell’attività per 5 giorni per il “Qbio”. Venerdì la pizzeria di via Mulini ha deciso di fare entrare una trentina di clienti all’interno del locale, violando consapevolmente il divieto anti-Covid in vigore per ristoranti, bar e altri esercizi pubblici simili. Una scelta fuori dal coro rispetto alla decisione presa da altri imprenditori dello stesso settore, che hanno deciso di fare sentire la loro voce con iniziative simboliche, ma senza trasgredire le normative. I titolari del locale, dopo avere ricordato che il loro gruppo «conta circa 30 dIpendenti e ha confermato contratti a chi se lo meritava anche in questo periodo», hanno speigato che con la loro decisione puntano a lanciare un messaggio chiaro: «Vogliamo lavorare, regolamentati ma senza limiti di orario, come un supermercato, come un ufficio pubblico, come un’azienda, quale siamo».

Argomenti:

chiusura

covid

multa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *