Cesena, dal Credito Cooperativo Romagnolo un defibrillatore all’Asd Torresavio

Il Credito Cooperativo Romagnolo dona un defibrillatore alla società sportiva Torresavio di Cesena. Il defibrillatore sarà posizionato presso la struttura sportiva di Case Gentili. La consegna è avvenuta nei giorni scorsi presso la sede del CC Romagnolo in presenza del vicedirettore Roberto Cuppone: hanno ritirato il presidente Gianluigi Babbi e il vice presidente Lorenzo Ceccarelli.

L’installazione di uno strumento salvavite DAE G5 per le società sportive dilettantistiche o presso luoghi di aggregazione dove viene svolta attività sportiva amatoriale è divenuta obbligatoria con il decreto-legge n. 158 del 13 settembre 2012, noto anche come decreto Balduzzi. Il decreto prevede che tali soggetti giuridici installino un defibrillatore semiautomatico in una posizione ben visibile ma protetta, che siano individuate e formate persone specializzate al suo utilizzo e che si svolga una regolare manutenzione periodica per assicurarsene il funzionamento. L’ASD Torresavio opera sul territorio cesenate da 47 anni e vanta ad oggi un nucleo di 280 atleti iscritti, di cui l’85% è composto da minori di 18 anni. Il suo impatto e presenza sul territorio si sono rafforzati ancor di più a seguito della fusione con la Polisportiva San Vittore.

L’associazione è iscritta alla F.I.G.C. e raggruppa un ventaglio di 20 squadre, dalla scuola calcio al settore giovanile di ogni tipologia, dalla prima categoria alla squadra pulcini, passando per juniores, allievi, giovanissimi ed esordienti, con il coinvolgimento di 40 allenatori, 3 direzioni tecniche, 15 allenatori appoggiandosi su 4 impianti sportivi di Case Gentili, San Vittore, Tipano e Villarco con oltre 200 gare ufficiali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui