Cesena contro le barriere architettoniche: si comincia da Piazza del Popolo

Sono nove le criticità rilevate dal P.E.B.A. nell’area di Piazza del Popolo. A partire da venerdì 24 settembre, l’Assessore all’Inclusione Carlo Verona, insieme ai tecnici comunali, ha dato avvio alla fase di analisi per predisporre le pratiche di intervento. È questa la prima fase operativa del P.E.B.A., il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, presentato pubblicamente il 21 luglio scorso e che entro la fine dell’anno vedrà l’affidamento dei lavori per una spesa di circa 100 mila euro, già a Bilancio.

Nonostante la fruibilità dei percorsi pedonali nel Centro storico sia risultata in generale sufficiente, c’è ancora da lavorare per eliminare tutte le barriere architettoniche che rallentano il transito delle persone con difficoltà motorie temporanee o permanenti. È questo il dato principale emerso dalla mappatura eseguita in questa parte di città (corrispondente a un’estensione di 30 chilometri lineari) dallo studio A.D.R. di Leris Fantini. L’indagine inoltre è stata integrata dal questionario pubblico lanciato dall’Amministrazione comunale il 20 ottobre 2020 come punto di partenza per predisporre un piano di iniziative volto a garantire la massima accessibilità agli spazi e ai luoghi della città.

“Il lavoro di analisi svolto nei mesi scorsi – commenta l’Assessore Carlo Verona – è stato utile al fine di rilevare e classificare tutte le barriere architettoniche presenti in Centro storico e anche all’interno degli  spazi pubblici urbani, come strade, piazze, parchi, giardini. Questa fase di tracciamento è stata facilitata anche dalla partecipazione attiva di tutti i cittadini che hanno contribuito a segnalare le criticità. Oggi abbiamo dato avvio a una fase importante del percorso definendo le priorità che saranno comunicate il 12 ottobre in sede di Commissione consiliare. Si tratta di un progetto complessivo di 1 milione di euro che da qui fino al 2024 dovrà essere eseguito con interventi mirati che partiranno da Piazza del Popolo, Via Gaspare Finali e Viale Carducci e che successivamente interesseranno tutte le altre vie segnalate. Chiaramente, al di là dell’area circoscritta del centro cittadino, continueremo ad intervenire su tutto il territorio comunale laddove effettivamente sono presenti situazioni che meritano un pronto intervento”.

Levigature e sigillature delle fughe, percorsi tattili, corrimani per adulti e bambini, ridefinizione dell’inclinazione delle rampe pedonali. Sono questi alcuni degli interventi in programma per l’area di Piazza del Popolo che già negli anni passati è stata oggetto di specifici interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, con la realizzazione di percorsi pedonali che consentono un passaggio agevole a carrozzelle e passeggini attraverso il cuore del centro storico. Nello specifico, in relazione al centro storico, lo studio A.D.R. ha rilevato alcune tipologie di criticità più ricorrenti:

PAVIMENTAZIONI non fruibili dovute a:

1.  Dissesto della pavimentazione dovuto alla presenza di pozzetti e caditoie irregolari

2.  Sconnessioni puntuali, deformazioni, fugature, presenza di ciottoli

3.  Pendenza trasversale eccessiva di alcuni percorsi

ASSENZA DI:

1.  Percorsi protetti

2.  Segnali tattilo-plantari e contrasti cromatici per l’orientamento

3.  Attraversamenti pedonali accessibili

4.  Strisce zebrate o poco visibili

5.  Segnaletica informativa tattile di orientamento su supporto (mappa)

6.  Corrimano ai lati di scale o percorsi in pendenza

DISLIVELLI pericolosi determinati da:

1.  Gradino o più gradini non raccordati da un piano inclinato

2.  Scivoli con pendenza eccessiva

OSTACOLI costituiti da:

1.  Cassetta postale

2.  Cassonetti della spazzatura sul percorso

3.  Fioriere sul percorso, alberi, rami o cespugli sporgenti

4.  Pali fissi a corredo di segnaletica o cartello pubblicitario o cartello di fermata autobus

5.  Sosta non regolamentare di veicoli

6.  Rastrelliere portabiciclette in posizione inadeguata

7.  Arredo mobile per la ristorazione su percorso pedonale

PARCHEGGI

1.  Parcheggio riservato sprovvisto di segnaletica orizzontale

ARREDO URBANO per riqualificare lo spazio pubblico:

1.  Giochi per parchi: assenza di attrezzature fruibili

2.  Assenza di rastrelliera per sosta di cicli e motocicli

3.  Assenza di stalli a corredo di seduta preesistente

4.  Assenza di panche per la seduta

5.  Assenza di fontane accessibili

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui