Sono stati condannati a pene tra 3 anni e 4 mesi e 4 anni e 9 mesi i quattro banditi che lo scorso 3 marzo rapinarono la filiale della Bcc Romagna Banca lungo via Cervese, nella zona di Villa Chiaviche. Il bottino era stato di 86.000 euro. I malviventi palermitani erano stati poi arrestati dai carabinieri di Cesena, che avevano condotto le indagini col coordinamento della Procura di Forlì. Il colpo che misero a segno coinvolse ben 12 persone, tra dipendenti e clienti che ebbero la sventura di essere già lì o di arrivarsi durante i 60 minuti d’attesa necessari perché la cassa temporizzata si aprisse. I malcapitati furono minacciati e poi chiusi nella saletta conferenze dell’istituto di credito, dopo essere stati fatti sedere per terra, privati dei telefonini e anche “perquisiti” dai criminali. Tra le persone che vissero quella brutta esperienza ci fu anche una guardia giurata, in divisa e munito di pistola, anche se si era recato sul posto per fare un’operazione privata. La sentenza di condanna è stata pronunciata in tribunale a Forlì, al termine di un processo celebrato col rito abbreviato, che quindi ha permesso agli imputati di usufruire degli sconti di pena previsti in questi casi.

Argomenti:

banca

condanna

rapina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *