Cesena, con la movida tornano sporco e disagi

Con la riapertura a buon regime anche de locali “da ballo” la movida in centro storico nel fine settimana è tornata a prolungarsi ad ora più tarda. «E con tutto il movimento che ne deriva anche in termini di disagi ormai annosi, interrottisi “casualmente” solo durante i periodi restrittivi della pandemia».

La protesta arriva dalla zona a monte del centro storico. Dove la maggior parte della popolazione più giovane è solita cercare (e trovare) spazi di sosta prima di trascorrere l’intera serata a spasso per locali del centro cittadino.

Al mattino la situazione è tornata in maniera desolante quella già vista in passato più volte. Con gli spazi tra i parcheggi e lungo i muri delle case che diventano luoghi i cui gettare cartacce ed avanzi di cibo (con i relativi cassonetti e cestini troppo pieni per contenere tutto), riparo per minzioni urgenti ed non trattenibili fino al bagno di casa e chiazze di vomito derivanti dalle eccessive libagioni caratteristiche di molte serate di “divertimento” soprattutto tra i più under della compagnia.

«Contro la maleducazione c’è poco da fare – spiegano i residenti – certo che se qualche pattuglia di polizia locale si affacciasse anche solo con i lampeggianti da queste parti da mezzanotte in avanti molte delle problematiche del mattino forse sarebbero evitate».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui