Si avvicina a grandi passi il completamento del terzo lotto della Malatestiana e il Comune si prepara alla metamorfosi acquistando un costoso gioiellino tecnologico per attrezzarlo adeguatamente. L’intervento in corso aumenterà notevolmente gli spazi e ne arricchirà anche le funzioni, aggiungendo alla “casa dei libri” una “casa del cinema”. In vista della creazione di questo secondo spazio, la dirigente Elisabetta Bovero ha di recente provveduto a ordinare a una ditta specializzata di Budrio di Bologna, la “Microcine Snc” di Righetti, un videoproiettore cinematografico compatto di ultima generazione. Completo di server multimediale, con dispositivo di archiviazione interna, ha un costo di 37.820 euro. È stato voluto per fare funzionare nel migliore dei modi il nuovo polo dedicato al cinema e all’audiovisivo, che sorgerà e ospiterà attività di laboratorio, proiezioni, spettacoli e seminari. I nuovi locali che si stanno predisponendo sul lato a destra per chi guarda l’ingresso della biblioteca hanno una superficie molto estesa: circa mille metri quadrati. Si conta che tutto sia pronto per l’inaugurazione nel prossimo mese di settembre. Intanto, l’ingombrante cantiere esterno che occupa da mesi una parte del piazzale Bufalini potrebbe essere smontato già in marzo. Però bisognerà prima valutare eventuali esigenze di coordinamento con i 9 mini-cantieri che dovrebbero aprire in successione, forse gin da inizio primavera, nelle tre piazze di fronte alla biblioteca, che stanno per essere riqualificate.

Argomenti:

cinema

malatestiana

terzo lotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *