Cesena, torna il cibo di strada

Torna il vero cibo di strada internazionale a Bagno di Romagna e Cesena, per l’anteprima del Festival del Cibo di Strada (in calendario dal 4 al 6 ottobre). Ormai si parla dovunque del cibo di strada e ci sono moltissimi tentativi di imitazione, ma la prima iniziativa (nel 2000) a mettere in campo e a dar valore a questo tipo di gastronomia è stata proprio la manifestazione di Cesena, che ha creduto da sempre in questo straordinario incontro di culture.

Con la nascita delle città nella civiltà mediterranea, prende forma l’idea di cibo di strada (street food) che – servito nei caratteristici chioschi o offerto da venditori ambulanti – costituisce la più antica e autentica forma di ristorazione. Semplice nella preparazione, legato alle tradizioni agro-alimentari del territorio a cui appartiene, il cibo di strada è probabilmente la più onesta tra le diverse forme di offerta gastronomica, quella meno soggetto all’influenza di mode passeggere, quella che maggiormente consente di leggere la storia (non solo gastronomica) di una città e dei suoi abitanti. E dalle rive del Mediterraneo la tradizione del cibo di strada si è estesa col tempo a tutti quei luoghi del pianeta in cui il clima e lo sviluppo delle relazioni sociali ne consentivano la realizzazione: lontano Oriente, Africa, America Latina, per non parlare dei paesi “nuovi” come l’Australia e gli Stati Uniti che hanno assorbito e fatto propri i più diversi cibi di strada importati in seguito alle diverse ondate immigratorie.

Il Festival Internazionale del Cibo di Strada, organizzato da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena, Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes ed Eventi in Itinere, terrà di nuovo le sue anteprime a Bagno di Romagna, in Piazza Ricasoli dalla serata di venerdì 17 maggio fino alla serata di domenica 19 maggio e a Cesena, in Piazza della Libertà dalle ore 12 di venerdì 31 maggio alla serata del 2 giugno.   

L’appuntamento di Bagno di Romagna è in collaborazione con il Comune, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, l’associazione Bellappennino Savio-Tevere, la Pro Loco di Bagno di Romagna, “Le Tre Terme di Bagno di Romagna”, l’A.S. Bagnese, La Crocina. Bagno di Romagna, un territorio che è sempre stato protagonista nella manifestazione con i tortelli alla lastra, il castagnaccio, la focaccia bagnese e altre prelibatezze preparate dall’Associazione “Bellappennino Savio-Tevere”, che oltre ad aver curato la realizzazione dell’evento, insieme ai volontari della Compagnia della Crocina, ha realizzato l’allestimento del “tetto colorato” composto da oltre 500 ombrelli multicolore, splendida cornice scenografica che animerà tutta la stagione turistica.

Protagoniste sette delegazioni, tra le tante prelibatezze si potranno trovare:

ARGENTINA – Entrecote di Angus argentina, empanadas, grigliata mista, ecc.

MESSICO – Tortillas, burritos, tacos, totopos, guacamole, ecc.

SICILIA (Palermo) – Pani ca’meusa, panelle, arancine di riso, cannoli, ecc.

ABRUZZO (Chieti) – arrosticini di pecora, hamburger di pecora, ecc.

LIBANO – Shawarma, falafel pita, baba ganoush, baklava, ecc

ROMAGNA (Bagno di Romagna) – Tortelli nella lastra, castagnaccio, ecc.

GIAPPONE – Kushinobo, buns, ecc.

Durante le tre giornate del festival sono previsti spettacoli di musica e animazione: il venerdì sera con Brillanti Sparsi, il sabato dal tardo pomeriggio con dj set Nico e la sera con il concerto degli Umagroso, la domenica pomeriggio e sera con Daniele e con lo Spettacolo delle bolle.

L’appuntamento di Cesena, in collaborazione con il Comune, si tiene in concomitanza con la Festa di Rai Radio 3 che vedrà presenti personalità dell’arte della musica e dello spettacolo. Si preannuncia un fine settimana di grandi opportunità per cesenati e per le tante persone che potranno arrivare da tutta Italia.

Già confermate 10 delegazioni, che fra le altre specialità proporranno:

ARGENTINA – Entrecote di Angus argentina, empanadas, grigliata mista, ecc.

CAMPANIA – Pasticceria napoletana con sfogliata, frolla, babà, pastiera, ecc.

MESSICO – Tortillas, burritos, tacos, totopos, guacamole, ecc.

SICILIA (Palermo) – Pani ca’meusa, panelle, arancine di riso, cannoli, ecc.

ABRUZZO (Chieti) – arrosticini di pecora, hamburger di pecora, ecc.

LIBANO – Shawarma, falafel pita, baba ganoush, baklava, ecc

GIAPPONE – Kushinobo, buns, ecc.

GRECIA – Pita souvlaky, pita gyros, ecc.

PUGLIA (Murgia) – Fornello con gnummarieddi, bombette, ecc.

EMILIA (Parma) – Gnocco fritto (torta fritta) con salumi tipici emiliani, ecc.

BAR con birra artigianale romagnola Marialti e vini del territorio

Nelle serate sono previsti gli spettacoli di Go Go Megafon (venerdì), Urgonauts (sabato), Nadimobil (domenica)

Per informazioni sul Festival:

www.cibodistrada.com,

facebook.com/festivalcibodistrada     

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui