Cesena, chiodi nella via San Cristoforo: il controllo di vicinato risolve il problema

Un importante risultato raggiunto grazie alla preziosa collaborazione tra la Polizia Locale di Cesena e i cittadini coinvolti nel progetto “Controllo di vicinato” avviato ufficialmente sul territorio comunale nel maggio 2019 con la costituzione del primo gruppo. L’episodio in questione riguarda il posizionamento da parte di ignoti di chiodi sull’asfalto lungo Via San Cristoforo, nel Quartiere Dismano, che ha provocato danni ai pneumatici delle autovetture che transitano lungo questo tratto di strada. “Dopo aver ricevuto le prime segnalazioni – commenta l’Assessore alla Sicurezza Luca Ferrini – gli Agenti della Polizia locale hanno raccolto alcune informazioni effettuando specifici sopralluoghi sul posto per capire il fenomeno. Al momento non abbiamo ricevuto ulteriori reclami e pare che gli autori di questi atti si siano sentiti particolarmente osservati tanto da non ripeterli. Da mesi infatti gli agenti della Polizia locale presidiano la zona monitorando tutti i movimenti sospetti e prestando attenzione ai dettagli forniti dai cittadini coinvolti nel progetto del ‘Controllo di vicinato’. Di volta in volta infatti le descrizioni sono diventate più accurate. Questo consente agli agenti di operare in modo più puntuale”. “In ripetute occasioni – commenta Ferrini – la pronta e completa descrizione delle persone e delle auto sospette nonché dei tentativi di truffa, hanno consentito alle nostre pattuglie di svolgere subito le verifiche, che hanno dato esiti negativi: spesso infatti capita che le persone controllate siano in regola e che sospetti truffatori si rivelino incaricati per la promozione di contratti di fornitura”.

L’episodio relativo a Via San Cristoforo è solo uno dei tanti casi “trattati” nell’ambito del progetto “Controllo di vicinato” inteso come collaborazione attiva e aiuto reciproco tra vicini di casa e sempre più diffuso nei quartieri di Cesena per volontà dei cittadini che richiedono un incremento delle condizioni di sicurezza con la formazione di veri e propri gruppi di controllo coordinati dalla Forze dell’Ordine. Il primo gruppo è stato costituito nel quartiere Cervese Sud, il 13 maggio 2019, e oggi conta 36 aderenti. Il gruppo più partecipato invece è nel Cervese Nord – Pioppa con 177 aderenti. In totale sono 970 i cittadini – per un totale di 18 gruppi – che hanno aderito al Controllo di vicinato (il gruppo più recente è “Cesuola – Via Acquarola” con 10 membri).

Nel corso di questi anni invece la Polizia locale ha incontrato in molteplici occasioni i coordinatori dei gruppi per presentare le linee generali del progetto condividendone le modalità di intervento, per formare i cittadini aderenti e per illustrare le segnalazioni giunte nel corso di questi primi mesi di attività dei gruppi “Controllo di vicinato – Occhi aperti su Cesena”. Inoltre, dall’avvio del progetto la Polizia Locale ha svolto diversi incontri di coordinamento con le Forze dell’Ordine (sia Commissariato che Carabinieri), nonché diversi altri incontri in Prefettura su convocazione della stessa, per un aggiornamento puntuale sull’avanzamento del progetto. 

Il “Controllo di vicinato”, finalizzato alla prevenzione dei piccoli reati che possono colpire il quartiere o la zona di riferimento di ogni cittadino, è un progetto che vuole incrementare le condizioni di sicurezza effettiva e percepita dalla cittadinanza e punta a coinvolgere i cittadini nella cura del territorio e nel controllo di attività criminali e comportamenti sospetti, per poter contribuire alla prevenzione di qualsiasi forma di degrado urbano. L’obiettivo è quello di implementare le misure d’intervento tradizionali a tutela della sicurezza, grazie alla valorizzazione di forme di controllo sociale del territorio, innalzare i livelli di consapevolezza dei cittadini sulle problematiche della città, il tutto sempre a supporto delle tradizionali attività istituzionali delle forze di polizia. Aspetto essenziale è anche la promozione di una sicurezza partecipata attraverso formule e modalità di reciproca attenzione e favorire la coesione sociale e solidale tra i cittadini in generale e fra quelli di una determinata porzione della città. I cittadini che compongono il gruppo di “Controllo di vicinato” devono svolgere esclusivamente un’attività di osservazione, segnalando quei fatti e quelle circostanze ritenute sospette: ad esempio rumori, allarmi, il passaggio di macchine o persone sospette. Nei casi di flagranza di reato o dove sia importante l’intervento tempestivo delle forze di polizia, il cittadino deve assolutamente fare ricorso al Numero Unico d’Emergenza 112 N.U.E. in quanto è assolutamente vietato l’intervento in prima persona.  I cittadini facenti parte del gruppo di “Controllo di vicinato” devono limitarsi a trasmettere ai “coordinatori” le informazioni rilevanti, astenendosi assolutamente dall’intervento diretto.

Tutte le informazioni sul controllo di vicinato sono reperibili sul sito della P.L. al link http://www.comune.cesena.fc.it/occhiapertisucesena. È possibile aderire ai gruppi compilando il modulo scaricabile dal sito e disponibile presso il Comando di Polizia Locale, inviandolo, unitamente  a copia del documento d’identità, tramite mail o consegnandolo al Comando di P.L. in via Natale Dell’Amore 19 a Cesena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui