Cesena, Castorri: «in via Strinati ritardo di qualche ora»

«Erano lavori programmati», parte da qui l’assessore ai lavori pubblici Christian Castorri nel rispondere alle critiche arrivate nella giornata di ieri per i lavori di asfaltatura di via Strinati. I lavori hanno interessato anche le vie Vergaglia e Righi, ma mentre in queste a fine mattinata c’era l’asfalto pronto per il fine settimana, in via Strinati i lavori si sono prolungati fino a tardo pomeriggio, mettendo in allarme i commercianti che denunciano una settimana di mancati incassi a causa del cantiere, a cui ieri si aggiungeva il timore di perdere anche quelli del fine settimana, che per la concomitanza si preannuncia tra quelli di maggiore afflusso di tutta la stagione autunnale.

«Il cantiere non crea alcun disagio per il Festival – assicura Castorri – perché come da accordi sabato e domenica non lavora». Il lavoro previsto prevede la fresatura del vecchio asfalto, la realizzazione di un nuovo manto e si concluderà con i lavori di stampatura. «Il momento peggiore è stato quello di ieri, ma la ditta ha lavorato per ripristinare il manto stradale, che era stato fresato, mentre proprio per via del fine settimana particolarmente dove non era ancora stata fatta la fresatura è stata interrotta. Sono lavori che dureranno nel complesso una decina di giorni e che erano stati ampiamente programmati». L’assessore risponde anche a chi gli chiede per quale motivo non si sia approfittato dell’estate: «Non si possono fare tutti i lavori d’estate e le aziende non sono infinite».

Ieri via Strinati era tornata libera da mezzi e operai, in effetti. Il cantiere riprenderà lunedì: «Faremo un bel lavoro – spiega Castorri – non ci limiteremo a rifare il manto stradale con del nuovo asfalto, ma questo verrà stampato e colorato». È un lavoro simile a quello già sperimentato in contrada Masini, quella su cui affaccia Palazzo Bufalini. In questo caso la trama richiamerà piazza Almerici, nei colori via Fantaguzzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui