Cesena: cantieri infiniti, protesta e pericoli

Il cantiere Hera sta andando avanti da troppo tempo e mette i difficoltà i residenti. Tra scavi da schivare e sosta che si sposta da sotto casa alla via Provinciale Sala: cosa che crea nuovi potenziali pericoli su un’arteria che già è pericolosa e dove a cadenza settimanale (è successo anche due giorni fa) si verificano incidenti all’intersezione con la via Ruffio dove deve nascere entro fine anno una rotatoria.

«Sono ormai trascorsi oltre 4 mesi dal via ai cantieri – spiegano i residenti – e nelle traverse di via provinciale Sala (via Vigevano, via Pontida, via Tradate, via Treviglio) sono ancora in corso dei lavori da parte di Hera».

Il realtà la problematica deriva dal fatto che i lavori non avanzano.

«I lavori sono andati avanti a periodi alterni ma ormai sono settimane che sono fermi. Noi abitanti della zona siamo costretti a fare lo slalom fra le macerie, sporcarci i piedi per entrare in casa ed avere continua polvere nell’aria. Siamo costretti anche a parcheggiare le auto sulla via provinciale Sala aumentando ulteriormente il rischio di essere investiti, proprio su quella strada più volte da me denunciata per la sua pericolosità e di cui l’amministrazione comunale non si è mai interessata particolarmente. Considerato che siamo in argomentazione, abbiamo capito che a breve sarà fatta una rotonda all’incrocio fra la provinciale Sala e la via Ruffio, di conseguenza il traffico automobilistico sarà più scorrevole: pertanto aumenterà e noi abitanti della zona dovremmo essere sempre più fortunati a non essere investiti dovendo abbandonarvi l’auto in sosta ai margini».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui