Dopo il terrificante epilogo della vita di un ragazzo di 5ª liceo la scorsa settimana, la cronaca torna a coinvolgere adolescenti e pre adolescenti cesenati; ed a far interrogare tutti su quanto serva prestare attenzione al bene dei più giovani ed alle loro sofferenze che a volte non vengono riconosciute e valutate in tempo utile. La vicenda questa volta ha preso vita sulle primissime coline di Cesena. Dove il 118 è dovuto intervenire in forze, con anche il medico, per mettere una 13enne in salvo. Lei, seconda media, all’apparenza nessun problema di socializzazione con coetanei e compagni di scuola, quando i soccorsi sono stati chiamati nella sua casa si era appena lanciata nel vuoto da uno dei terrazzi. Ai soccorritori ha poi confessato di aver fatto quel gesto estremo per togliersi la vita. Perché presa in giro per la sua mole fisica. Per il suo essere “troppo grassa”. Naturalmente la vicenda è stata presa subito in carico anche dagli specialisti del Bufalini. sia per gli aspetti traumatici che per quelli psicologici. Le forze dell’ordine hanno aperto un’inchiesta coordinati dalla procura minorile. L’ipotesi al vaglio è istigazione al suicidio.

Argomenti:

13enne

balcone

bullismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *