Cesena, Bufalini ancora nella morsa Covid: picco di 161 ricoveri

Il Bufalini resta fortemente sotto pressione per il numero di contagiati ricoverati «più alto di sempre». Ieri erano 156 e tre giorni fa si è arrivati addirittura a 161. Un quadro di fronte a cui «serve lo sforzo di tutti, che include la rinuncia a fare a Pasqua cose che siamo abituati a fare durante il periodo festivo». A fare il punto è Carlo Lusenti, direttore del Presidio ospedaliero di Cesena.

Pur comprendendo che «la speranza è un sentimento che è umano provare», invita tutti a essere realisti e quindi a capire che «siamo ancora ben lontani dal potere abbassare la guardia. Non è assolutamento scontato che si sia aggiunto il picco dei letti Covid occupati. Lo speriamo tutti, ma è presto per dirlo». Poi rassicura però sulla tenuta complessiva dei servizi al Bufalini e nelle altre strutture sanitarie del Cesenate: «I professionisti sono molto sotto pressione e non da ora ma, ricordiamolo, da un anno abbondante. Comunque, oltre alle emergenze, stiamo riuscendo a garantire anche l’attività chirurgica non strettamente indifferibile, a partire da quella oncologica. E pure l’attività ambulatoriale ordinaria viene generalmente svolta a livelli che potremmo quantificare attorno al 90% dei livelli “normali”».

Invito al realismo a Pasqua

Il messaggio finale è rivolto all’intera cittadinanza: «Siamo qui e cerchiamo di andare avanti mettendoci il massimo dell’impegno, ma la difficoltà è notevole e reale e non è consonante con una situazione del genere parlare di cosa si farà per Pasqua. Serve lo sforzo di tutti, perché bisogna capire che purtroppo la realtà non è sempre quella che vorremmo che fosse».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui