Cesena, bollette in ritardo con tanto di spese di mora: proteste contro Hera

Malumori di alcuni clienti cesenati di Hera chiamati a sborsare la mora perché hanno ricevuto in ritardo le bollette a domicilio, e quindi non hanno potuto rispettare la scadenza di pagamento.

Un cittadino che abita in via Montalti raccolta il proprio caso personale, che non è isolato. «Verso metà giugno ho dovuto contattare l’azienda un paio di volte al telefono e un altro paio via mail prima di riuscire a fare capire che la bolletta del gas mi era stata recapitata a casa una dozzina di giorni dopo la data di scadenza. Ho fatto notare che non era perciò giusto che dovessi pagare maggiorazioni, visto che il ritardo nel versamento non era colpa mia. Inizialmente mi era stato però detto che risultava che l’agenzia incaricata di consegnarmi la bolletta lo aveva fatto entro i termini. Solo dopo diversi tentativi e lunghe conversazioni con chi di dovere è stata chiarita la situazione».

Ci sono state almeno un paio di situazioni simili di cui il residente di via Montalti è venuto a conoscenza. «Mi è stato riferito da una abitante di un condominio in via Savio San Michele che tutti quelli che vivono lì hanno ricevuto solo il 4 luglio bollette che avevano invece la scadenza il 24 giugno. E so di un’altra donna che per una ragione simile è andata a lamentarsi alle poste, dove però le hanno detto che il disservizio non dipendeva da loro. Una cosa è certa: in casi del genere è assurdo pretendere il versamento della mora».

Dal canto loro, da Hera riconoscono che «ci sono stati alcuni problemi con il servizio di recapito». Provano però a gettare acqua sul fuoco, precisando che si tratta di «pochi casi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui