Cesena, “Bibliostelle” per i piccoli lettori di Borello

All’insegna della lettura. I servizi che caratterizzano l’attività del neonato hub di Borello si ampliano ulteriormente grazie all’unione tra il Centro per le famiglie, con Bibliostelle, e Con.te.sto – Verso la rete bibliotecaria cittadina. Al centro di questa del tutto inedita esperienza comunale ci sono i piccoli lettori che, accompagnati dai loro genitori, tutti i primi mercoledì di ogni mese, a partire dal 2 marzo, potranno fruire degli spazi innovativi della biblioteca di quartiere di Borello.

Nel corso degli appuntamenti saranno affrontate tematiche importanti come l’accoglienza di sé e delle proprie caratteristiche, l’accettazione degli altri e delle differenze individuali. La lettura infatti servirà da stimolo per attivare delle riflessioni tra i bambini presenti e a ciascuna attività seguirà un momento di dialogo ma anche ricreativo e di gioco.

“Nell’ambito del più ampio progetto dell’hub di Quartiere e della prima Biblioteca decentrata della Rete Con.Te.Sto – commentano gli Assessori alla Cultura Carlo Verona e ai Servizi educativi per l’infanzia Carmelina Labruzzo – si instaura una nuova e speciale collaborazione con il Centro per le Famiglie dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona del Distretto Cesena Valle Savio che, fino alla prossima estate, svolgerà un percorso di lettura animata, laboratori e narrazione con il kamishibai, lo spettacolo teatrale di carta, sul tema dell’amicizia. Integrazione, inclusione e confronto continuo devono caratterizzare la formazione di ciascun bambino. Farlo attraverso la lettura e le arti è quanto mai prezioso al fine di avvicinare i più piccoli, e con loro anche le famiglie, a una visione di vita migliore. Da anni infatti l’attività di Bibliostelle propone gratuitamente alle famiglie con bambini fino a 6 anni di età attività di lettura che costituiscono un’esperienza importante per lo sviluppo cognitivo dei bambini e per lo sviluppo delle capacità dei genitori di crescere con i loro figli. Questo anche sulla base del lungimirante progetto ‘Nati per leggere’. Oggi, grazie alla stretta collaborazione con Asp e con la presidente Elena Baredi – proseguono gli Assessori – inauguriamo questa nuova esperienza formativa che consentirà alle famiglie di avere uno strumento in più di miglioramento della capacità di comunicazione del bambino”.

I bambini potranno viaggiare con la fantasia ascoltando brevi storie in biblioteca e vivere un’esperienza educativa. Ogni primo mercoledì del mese, alle ore 16,30 presso la Biblioteca Con.Te.Sto di Borello, i bambini e i loro genitori, nonni, zii, amici, sono invitati a partecipare alle tante attività che consentono di conoscersi offrendo un’occasione per stare bene insieme. Si comincerà con il libro “Elmer l’elefante variopinto”. Dopo la lettura si rifletterà sulle caratteristiche uniche di Elmer, sulle proprie caratteristiche, i gusti, le attività preferite. I bambini saranno invitati a scegliere un foglio colorato e a costruire un elefante. Ciascun bambino sarà libero di colorare e decorare l’elefante come più gli piace. Potrà dargli un nome e presentarlo al gruppo dei partecipanti al termine dell’attività.

L’hub del Quartiere Borello è stato inaugurato l’8 gennaio scorso. Questo luogo nasce in risposta alle esigenze e bisogni emersi dal percorso partecipato “Con.te.sto – verso la Rete bibliotecaria cittadina” attraverso cui i cittadini hanno individuato chiare necessità legate alla visione “nuova e moderna” di Biblioteca, luogo anche di fruizione di servizi che vanno dallo Sportello Sociale allo Sportello Facile al coworking, che deve avere un’apertura significativa. Con.te.sto Borello infatti è molto più di una biblioteca: si tratta di una nuova casa per il Quartiere con numerosi servizi dedicati alla comunità. Gli spazi della biblioteca sono inoltre attrezzati per trasformarsi a seconda dei giorni e degli orari in un vero e proprio coworking, con postazioni individuali prenotabili dallo smartphone, oppure in una sala attività dove ospitare laboratori, incontri, sessioni di gaming.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui