CESENA. Primi passi verso la realizzazione della Rotonda di Ruffio. Ancora è presto per immaginare i tempi di realizzazione ma dall’incontro di martedì sera che si è tenuto al quartiere al Mare è emersa la volontà di avviare il percorso. All’incontro, a cui ha partecipato una buona rappresentanza di residenti, hanno preso parte il vicesindaco Christian Castorri, il dirigente della provincia Alessandro Costa e la presidente del Consiglio comunale Nicoletta Dall’Ara.

Non solo rotonda

Al centro del confronto in realtà non c’era solo la rotonda. La provincia dispone di 1 milione di euro per la manutenzione del territorio cesenate e chiamata ad indicare su quali strade intervenire prioritariamente, l’amministrazione di Cesena ha indicato la via provinciale Ruffio e la via provinciale Sala: «Si tratterà – spiega Castorri – di un intervento di manutenzione e di messa in sicurezza, intervenendo quindi anche sulle banchine. Tra le priorità abbiamo indicato alla provincia anche la via Cervese, chiedendo di intervenire possibilmente prima dell’estate».

Deviare i mezzi pesanti

In arrivo anche la segnaletica per deviare il traffico pesante dal centro abitato. Decisione che, insieme agli annunciati interventi di manutenzione, è stata accolta positivamente dai residenti presenti. Tra loro anche i rappresentanti del Comitato cittadino per la rotonda di Ruffio che nel resoconto pubblicato sulla loro pagina Facebook sottolineano però l’urgenza di questi interventi: «Diversi cittadini presenti all’incontro, hanno chiesto di tentare di fare il possibile per agire prima dell’estate».

La Rotonda

Ben più complesso è il discorso sulla Rotonda. Attualmente infatti non esista nulla dal punto di vista progettuale che possa aiutare a stimare l’entità dell’intervento. «Il primo passo, abbiamo spiegato, sarà la realizzazione di uno studio di fattibilità – spiega Castorri – Questo ci consentirà di valutare l’impatto sul traffico e di farci un’idea dei costi. Credo che procedendo così entro l’anno dovremmo essere in grado quanto meno arrivare a una programmazione più definita, quanto ai tempi di realizzazione molto dipenderà dall’entità dell’intervento».

Soddisfazione generale

«Si è avviata una fase di dialogo importante tra i cittadini e le amministrazioni che mi auguro, e ne sono convinta, proseguirà – commenta sulla sua pagina Facebook la presidente del Consiglio comunale Nicoletta Dall’Ara – Sono soddisfatta perché dopo anni di silenzio totale da parte della Provincia vi è ora un interlocutore con il quale dialogare».
Giudizio nel complesso positivo anche per il Comitato che ha definito l’incontro «uno dei più concreti». «Purtroppo – fanno notare – bisogna pazientare e lasciare ai tempi della burocrazia degli enti locali di fare il proprio corso, noi possiamo muoverci e agire da catalizzatori e sollecitatori laddove l’attenzione dovesse scemare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *