Cesena, autocarro usato per un reato servirà contro le calamità

Nel 2016 fu usato per commettere un reato a Cesena. L’anno seguente, con decreto penale, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Forlì dispose la confisca di quell’autocarro, un Renault “Mascott”. Ora, a conferma del famoso detto per cui non tutto il male vien per nuocere, quel mazzo si rivelerà utile per le attività della protezione civile, dopo che il Comune lo acquisito al proprio patrimonio. Ora una dittaè stata incaricata di sistemare l’autocarro, che ha bisogno di interventi di manutenzione essendo stato a lungo fermo dopo il sequestro. L’acquisizione da parte del Comune era avvenuta nello scorso mese di novembre, praticamente a costo zero: l’unico esborso fatto era stato di 500 euro per il servizio di agenzia pratiche auto. Il gruppo comunale della protezione civile, che ha la propria base a Torre del Moro,conta circa 200 volontari e finora non era munito di un veicolo di quel tipo, che può essere prezioso sia in situazioni ordinarie che durante emergenze per disastri di vario genere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui