Cesena: auto rubata e data alle fiamme

«Cosa sia successo e come proprio non lo so. Quello che vi posso dire con certezza è che quella vettura non è di nessuno di noi».

È quanto si sono sentiti dire i primi soccorritori ieri mattina poco dopo le 11 in via Melona dalla proprietaria di una abitazione colonica e dei relativi campi che la circondano. Il tutto a fronte di una vettura che stava andando distrutta dopo essere stata incendiata quasi nell’aia dell’abitazione.

Un incendio doloso quello su cui sono dovuti intervenire d’urgenza i vigili del fuoco richiamati dai passanti e dall’alta colonna di fumo e dalle lingue di fuoco che circondavano l’auto: una Opel Meriva alimentata a Gpl. Quando è stata spenta, dopo poco più di un’ora, restava soltanto scheletro. I carabinieri indagano per chiarire l’accaduto. L’auto era stata rubata a Cesena talmente poco tempo prima che il proprietario non se ne era neppure accorto e non aveva nemmeno sporto denuncia. Da capire dunque se la vettura fosse finita nel mirino di una banda che intendeva riutilizzarla per furti o rapine ma che l’abbia abbandonata perché temeva di essere scoperta subito; o se qualcuno per motivi ignoti abbia voluto fare danni al proprietario della stessa. Il 115, quando è accorso a San Giorgio, era appena rientrato da un incendio accidentale avvenuto in via Mensa a S. Andrea in Bagnolo. Dove materiale plastico accumulato vicino a dei campi era andato distrutto: per cause qui al vaglio dei carabinieri forestali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui