È ormai tutto pronto per mettere mano alla ristrutturazione del viadotto Kennedy. A quattro mesi dall’inizio dell’esame delle sole due offerte pervenute, la commissione chiamata a valutare la più vantaggiosa ha assegnato nei giorni scorsi l’appalto dei lavori. La gara è stata vinta dal “Consorzio Stabile Modenese”, che ha indicato come ditta esecutrice la “Frantoio Fondovalle Srl”, con sede a Montese, nella stessa provincia emiliana. L’ha spuntata su un raggruppamento temporaneo di imprese del territorio romagnolo, che avrebbe poi coinvolto nella realizzazione dell’intervento cinque imprese.
A essere decisiva è stata l’offerta economica. I modenesi hanno infatti proposto un ribasso del 17,4% rispetto alla base d’asta fissata. Uno “sconto” molto consistente, che consentirà di vedere realizzate le opere in programma al costo di 1 milione e 772.400 euro, che con l’iva salirà a 1 milione e 949.640 euro. Un bel risparmio rispetto ai 2 milioni e mezzo di euro ipotizzati. Tra l’altro, 400.000 euro di spesa sono coperti da un finanziamento della Regione.
Andranno eseguite alcune riparazioni strutturali, la cui necessità era emersa da una serie di indagini effettuate nel 2016. Si realizzeranno inoltre piste ciclopedonali, con una conseguente riduzione da due a una corsia per ogni senso di marcia. Questi percorsi verranno connessi con quelli già esistenti aggiungendo tratti in via Assano e nella zona di piazzale Macrelli e via De Gasperi. Prevista la messa in sicurezza.
Ora è tutto pronto per aprire un cantiere che dovrebbe protrarsi per circa un anno e mezzo. L’organizzazione della viabilità in questo arco temporale sarà un aspetto delicato, che sarà affrontato confrontandosi anche con il Quartiere e i cittadini.

Argomenti:

appalto

viadotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *