Cesena, arrestati mamma e figlio con cocaina per 11 mila dosi

Madre e figlio in manette per spaccio di spaccio di una gran quantità di droga. La donna ha 73 anni, è incensurata ed è finita nei guai per aver accompagnato il figlio, che è un 42enne riminese ex assistente di volo di una nota compagnia aerea ma attualmente disoccupato, nella trasferta fatta per acquistare gli stupefacente. Anche lui ha la pedina penale immacolata, ma da circa un mese gli investigatori della Polizia di Cesena lo tenevano sotto osservazione, perché si erano accorti che frequentava ripetutamente ambienti dello spaccio. Venerdì scorso è stato fermato nei pressi del casello autostradale di Cesena nord, a bordo della propria auto condotta dalla madre. I due si sono subito mostrati nervosi quando gli agenti hanno iniziato a fare i controlli e quindi sono scattate una perquisizione sulla loro persona e un’ispezione accurata all’interno del veicolo. L’uomo veniva trovato in possesso di due dosi di 2 grammi di cannabis e 3 di ketamina. Entrambi disponevano altresì di una somma totale di 650 euro, in tagli di banconote da 50 e 20 euro, tale da far presumere un provento d’incasso di spaccio. A quel punto, i poliziotti hanno approfondito le verifiche e sono spuntati fuori tre panetti compressi, dal peso di oltre 1 kg ciascuno. Due erano nel baule, il terzo in un sacchetto di carta all’interno dell’abitacolo e conteneano 3,5 Kg. di cocaina allo stato puro. Nella successiva perquisizione dell’abitazione sono stati poi rinvenuti un bilancino di precisione, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento delle dosi dello stupefacente. La cocaina sequestrata, una volta tagliata e immessa sul mercato dello spaccio, con la probabile collaborazione di altri pusher, era sufficiente per confezionare 11.000 dosi circa, che avrebbero fruttato centinaia di migliaia di euro. I due malviventi sono ora rinchiusi in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui