Si inasprisce lo scontro a distanza, e per fortuna incruento, tra le comunità dell’Azerbaigian e dell’Armenia, dopo che il consiglio comunale di Cesena si è schierato dalla parte della seconda a proposito del conflitto in Nagorno-Karabakh.

Le mail inviate ai consiglieri che hanno votato all’unanimità una mozione che va in quella direzione da parte di «sedicenti membri di un’organizzazione che si fa chiamare “comunità azerbaigiana in Italia”» sono bollate dal Consiglio per la comunità armena di Roma come «un estremo tentativo di arginare o depistare le critiche che stanno giungendo da molte istituzioni nazionali e internazionali».

I rappresentanti armeni, venuti a sapere del “bombardamento” di mail che stavano subendo fanno sentire la loro voce: «Abbiamo appreso che stanno inoltrando missive piene di disinformazione e notizie manipolate alle amministrazioni comunali italiane che hanno approvato o intendono approvare mozioni di solidarietà al popolo armeno e risoluzioni per riconoscere l’indipendenza dell’Artsakh».


Argomenti:

consiglio comunale

Nagorno-Karabakh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *