Cesena Arancione: una mostra e una camminata

Una mostra e una passeggiata per raccontare l’esperienza fatta dai “foto-camminatori” del gruppo “Cesena arancione”, che un anno e mezzo fa reagirono in modo creativo alla cupezza delle restrizioni anti-Covid. Iniziarono a fare uscite, da soli o in piccoli gruppetti e con tutte le cautele del caso, per esplorare vari angoli del territorio. E durante queste escursioni, durate 18 giorni, immortalarono anche paesaggi o particolari di quanto vedevano. Il gruppo di questi scatti fotografici, che furono poi inseriti su un’apposita pagina Facebook aperta da Chiara Dall’Ara, avevano un filo conduttore: la presenza nei luoghi fotografati del colore arancione, che in quel novembre 2020 fu abbinato all’Emilia Romagna per indicare una serie di limitazioni imposte per arginare la pandemia. A partire dal divieto di spostarsi fuori dai confini del proprio comune di residenza. Ne nacque poi un concorso, in collaborazione con il “Corriere di Cesena”, che pubblicò le tre immagini giudicate più belle.

La mostra fotografica

Ora tutte quelle attività si sono trasformate in un’esposizione fotografica, che sarà visibile dal 6 al 29 maggio presso l’ufficio turistico Iat in piazza del Popolo. Curata da Chiara Dall’Ara, sarà inaugurata domani, alle 17. Gli autori dei 23 scatti in mostra sono Luciano Giulianini, Pierpaolo Turchi e Massimo Bertozzi (i tre vincitori del concorso) e poi Vittorio Benini, Francesca Cantarelli, Daniela Grillo, Monica Saiani, Sandra Severi e Chiara Dall’Ara.

«Le nostre fotografie – spiega quest’ultima – sono una testimonianza di quello che abbiamo visto e vissuto insieme durante la reclusione forzata nella nostra amata città. Ci siamo accorti di quanto l’arancione, colore che rappresenta l’ottimismo e la fantasia, fosse sempre stato alla nostra portata. E abbiamo riscoperto quanto è bello condividere passioni ed entusiasmo, e quando è meravigliosa la nostra Cesena, in tutti i suoi scorsi, urbani, campagnoli e collinari».

La camminata

Ci sarà poi un secondo evento legato a quell’esperienza, nel pomeriggio di sabato 28 maggio. È una passeggiata durante la quale si toccheranno alcuni dei punti dove i camminatori di “Cesena arancione” fecero i loro scatti. Questa iniziativa è proposta nel contesto del festival “Cap2030-Cartoline da futuri sostenibili”, organizzato da Casa Bufalini, che si terrà nelle giornate del 27, 28 e 29 maggio. Si tratta di tre giorni di eventi, attività e laboratori sulle tematiche dell’ambiente, del paesaggio e della sostenibilità. Alle iniziative proposte da “Romagna Tech”, società che gestisce casa Bufalini, si è aggiunta una “call4ideas” per coinvolgere le realtà del territorio: associazioni e anche singoli cittadini sono stati invitati a farsi avanti presentando proposte da inserire in palinsesto. “Cesena Arancione” ha risposto all’appello: accompagnerà chi si presenterà al punto di ritrovo davanti a casa Bufalini in alcuni luoghi “scoperti” durante quella «avventura anti pandemia e pro amicizia», come la chiama Chiara Dall’Ara.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui