Cesena, apparecchi anti-Covid nelle scuole: pressing sul Comune

Un’interrogazione sugli interventi di aerazione e sanificazione nelle scuole cesenati. L’ha presentata il consigliere comunale della lista civica Cambiamo, Enrico Castagnoli. In vista della quinta ondata di Covid, gioca d’anticipo: in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico, chiede all’amministrazione comunale un aggiornamento sugli interventi preventivi in programma negli istituti cittadini.
“Il Decreto Ministeriale – ricorda Castagnoli – stabilisce alcuni valori per la salubrità delle aule scolastiche tra cui la temperatura, l’umidità e i ricambi di aria minimi. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia preventiva degli strumenti di ventilazione meccanica e dei dispositivi di ricambio e di sanificazione dell’aria, come sottolineato anche dal Direttore generale dell’Inmi Spallanzani di Roma e dall’Associazione nazionale presidi”.
Con queste premesse, il consigliere di Cambiamo chiede al Comune “se vi sono stati da parte dell’amministrazione, anche attraverso il coinvolgimento della società in house Energie per la città, approfondimenti della materia in oggetto e confronti con aziende private del settore, per un investimento in strumentazioni di ventilazione meccanica e/o di sanificazione degli ambienti scolastici; se in vista dell’inizio dell’anno scolastico verranno installati impianti di ventilazione meccanica e/o sanificazione dell’aria negli ambienti scolastici; e se nelle scuole di nuova realizzazione (come la primaria di San Vittore o la scuola secondaria di primo grado Anna Frank) è prevista la realizzazione di impianti di ventilazione meccanica”.
Castagnoli integra la sua richiesta ricordando gli interventi già messi in campo da enti pubblici e privati in Italia per contrastare la diffusione del virus Covid nelle scuole, come “la collaborazione tra il Comune di Bologna e la coop. sociale Società Dolce e Beghelli Spa, per l’installazione di sanificatori a raggi Uv-C in tre nidi per l’infanzia, o l’intervento della Regione Marche per l’installazione nelle scuole di dispositivi di ventilazione meccanica i cui risultati sono stati monitorati dalla Fondazione Hume, o l’installazione da parte del Comune di Forlì di sistemi di sanificazione nelle scuole di sua competenza. Non è la prima volta – conclude Castagnoli – che, come lista civica Cambiamo, poniamo questo importante tema all’attenzione dell’amministrazione comunale. Dopo gli ultimi tormentati anni scolastici, infatti, è nostro dovere mettere in campo tutte quelle strategie in grado di scongiurare nuove chiusure o quarantene di intere classi. I nostri giovani hanno già pagato un prezzo altissimo alla pandemia. Facendo tesoro delle ultime esperienze e recependo le indicazioni che ci arrivano dal mondo sanitario dobbiamo provare in tutti i modi a prevenire i nuovi focolai e ad arginare il più possibile le nuove infezioni nella scuola”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui