Cesena, alla Malatestiana il workshop internazionale sull’architettura

Questa mattina, lunedì 13 giugno, nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana è cominciata la cinque giorni del workshop internazionale “Natura dell’architettura – Drawing voids”, promosso e organizzato dal Dipartimento di Architettura dell’Unibo, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, il Comune di Cesena e la Biblioteca Malatestiana. Il tema principale del percorso, che si concluderà nel pomeriggio di venerdì 17 giugno, sempre in Malatestiana, è l’esplorazione del rapporto fra architettura e natura nel contesto della contemporaneità.

Gli incontri, introdotti dall’assessore Carlo Verona e dalla coordinatrice del corso di laurea Elena Mucelli, intendono presentare il punto di vista di architetti internazionali che indagano il tema proposto attraverso il progetto e la costruzione, confrontandosi con le nozioni di paesaggio, ambiente naturale, spazio, materia, percezione. È per questa ragione che uno dei primi esempi concreti sottoposti agli studenti del 4° e del 5° anno del corso di laurea di Architettura è stato il sito del Villaggio Minerario di Formignano, che dallo scorso anno fa parte del Parco Minerario delle Miniere di Zolfo delle Marche e dell’Emilia-Romagna.

Gli interventi in programma

Nel corso dei cinque giorni interverranno: l’architetto Marta Agueda, dell’Anupama Kundoo atelier GmbH di Berlino; il collettivo teatrale Anagoor di Castelfranco Veneto; il fotografo cesenate Guido Guidi; l’architetto Anupama Kundoo, Fachhochschule, Potsdam; l’architetto Aura Luz Melis, partner Inside Outside di Amsterdam; Enrico Malatesta, percussionista e ricercatore sonoro e l’artista Anton Roca.

Gli esiti del workshop saranno condivisi a settembre nell’ambito della festa di architettura.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui