Cesena: al magazzino Ausl un intero turno finisce in quarantena

La variante Delta inizia a picchiare duro anche nel cesenate. Anche perché, con una puntualità disarmante, nei dati delle ultime 24 ore di controlli Ausl sono arrivate le prime possibili “conseguenze” delle aggregazioni per vedere la partita e delle feste successive alla vittoria della nazionale azzurra agli europei di calcio.

Registrati 24 nuovi ammalati: anche se la nuova impennata non sta per ora portando ospedalizzazioni. L’aumento dei contagi porta con sé delle problematiche smarcate anche nel mondo del lavoro. Anche in seno alla stessa Ausl.

In queste ore un giovane operaio all’opera all’interno del magazzino unico sanitario di Pievesestina è risultato positivo proprio alla variante Delta. L’azienda sanitaria ha preso (come sempre in questi casi) in carico la situazione con i monitoraggi necessari nel magazzino che serve tutti gli ospedali della Romagna e nel suo personale che è dipendente da Formula Servizi. Risultato: 14 persone finite in quarantena per 10 giorni. All’interno del magazzino, al netto delle implementazioni di automatizzazione degli ultimi anni, lavorano comunque una quarantina di persone normalmente su tre turni che coprono tutte le 24 ore del giorno. Al netto di altro personale in malattia e di qualche momento di ferie tipico del periodo, 14 persone in meno non permettono in alcun modo di poter operare a pieno regime orario. Così, chiedendo uno sforzo a tutti i dipendenti ora al lavoro, per il tempo delle quarantene il magazzino dovrà rinunciare al turno di notte. Non una cosa da poco per chi, nella pandemia, ha fino ad ora “tirato la carretta” pesantemente al pari degli operatori sanitari.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui