Cervia, “Sposalizio del mare”: il Canalino si ritira per protesta

Mancata concessione: il Centro Velico al Canalino si ritira per protesta dallo Sposalizio del Mare. “La concessione del Centro Velico – si legge in una nota – è da intendersi estesa nella durata ai sensi delle predette pronunce sino al 31 dicembre 2023 e in ogni caso essendo i procedimenti datati in piena emergenza Covid, ai sensi sia del decreto rilancio che della normativa emergenziale, il Centro Velico avrebbe dovuto ottenere in ogni caso la concessione a titolo temporaneo per un altro anno, ma malgrado quanto premesso la concessione demaniale non è stata rinnovata. Ora l’area è in stato d’abbandono e sono centinaia le persone che chiedono costantemente informazioni sulla sua riapertura. Gli uffici tecnici del Comune hanno provveduto a redare, su richiesta del Sindaco, una relazione tecnica per la riapertura del Centro Velico, relazione che la Giunta avrebbe dovuto esaminare con urgenza, ma l’argomento continua ed essere rinviato da settimane senza giustificato motivo. Evidentemente l’Assessore Brunelli, con delega allo Sport e al Demanio, non ritiene rilevante l’assenza di questo servizio turistico-ricreativo fondamentale per cervesi e turisti”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui