Cervia, in sicurezza gli edifici comunali

CERVIA. Scuole e palazzi pubblici fanno i conti con l’incedere del tempo e a volte peccano in sicurezza. Parte dunque la manutenzione ordinaria e straordinaria di questi beni di cui si farà carico l’Adriatica costruzioni cervese, cui l’amministrazione comunale ha affidato l’accordo quadro. La Coop ha applicato un ribasso del 18,18 per cento sull’importo a base d’asta, con una spesa complessiva pari a 445 mila euro. Verranno spesi 280 mila euro per la manutenzione straordinaria degli edifici comunali o in uso all’amministrazione, e 165 mila euro per la manutenzione dei beni immobili. Sempre l’Acc si occuperà di rimuovere l’eternit dal tetto del Magazzino comunale, situato in via Galeno, per un importo pari a 310 mila euro. In questo caso però è stato approvato anche il progetto esecutivo, che consentirà all’iter dell’opera un rapido svolgimento.

Recupero di crediti

Oltre alle spese per mettere in sicurezza gli immobili, però, il Comune punta anche a fare cassa. E’ il caso del recupero dei crediti inerenti alle azioni legali in corso con Marina. La vertenza giudiziaria con la società è annosa, e ha già portato al decadimento della concessione che la stessa vantava sul porto turistico. Ora viene fatto un elenco delle sentenze perse da Marina, con la conseguente condanna al pagamento delle spese legali.

«Dato atto che la srl non ha mai provveduto al pagamento di quanto dovuto – recita la determina firmata dal dirigente Alfonso Pisacane –, malgrado i numerosi solleciti, si affida l’incarico del recupero dei crediti all’avvocato Silvia Medini, con il supporto dell’avvocato Federica Moschini del foro di Ravenna».
In tutto assommano a otto le sentenze che non sono state onorate dalla società, riguardanti gli anni che vanno dal 2018 al 2020.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui