Cervia, si rialza il sipario al Walter Chiari

Si riparte e si recupera al teatro Comunale “Walter Chiari” di Cervia dove tra maggio e giugno verranno recuperati i tre spettacoli che erano in calendario a novembre e dicembre scorso, sospesi a causa dell’emergenza sanitaria.

Il sipario si rialza il 17 maggio con Vito, sul palco con le Storie della bassa, di Maurizio Garuti. Si tratta di uno spettacolo di atmosfere, un recital che ha per protagonisti donne e uomini padani, figure che sono legate alla terra, al buon cibo e all’amore. Si porta in scena un pezzo di quell’identità che parte da Bertoldo e arriva fino a Fellini, quello di Amarcord, passando per Zavattini.

Venerdì 28 maggio sarà la volta di Davide Enia con Maggio ’43, con musiche in scena di Giulio Barocchieri, scritto e diretto da Davide Enia per Fondazione Sipario Toscana – Accademia Perduta/Romagna Teatri. Lo spettacolo narra frammenti di memoria raccolti dopo il massacro di Palermo del 9 maggio ’43, quando 222 bombardieri angloamericani scaricarono oltre mille ordigni sul capoluogo siciliano e il suo strategico porto.

L’ultimo appuntamento in calendario è lunedì 7 giugno conMaria Pia Timo in scena con Una donna di prim’ordine, di Roberto Pozzi e Maria Pia Timo, con regia di Roberto Pozzi per Spettacoli.Pro. La simpatica attrice comica e cabarettista prende di mira “il logorio della vita moderna” e i metodi per mettere ordine nella vita contemporanea: controsensi, rimedi, teorie scientifiche e non, riflessioni, metodi giapponesi, metodi della nonna, utopie e assurdità del nostro vivere, sostegni farmacologici-omeopatici-stupefacenti… e soprattutto tante risate.

Soddisfatto per la riapertura l’assessore alla Cultura Cesare Zavatta: «Apprezziamo molto il fatto che i tre spettacoli teatrali di ottimo livello rinviati a fine 2020 siano recuperati prima del programma estivo… Un altro segnale del fatto che gli eventi culturali a Cervia rivestono un ruolo di primo piano».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui