Cervia piange Massimo “veleno” Belletti, politico non allineato

Il sindaco Massimo Medri piange la morte di Gilberto Belletti, un personaggio «istrionico, grande affabulatore, sempre pronto ad aiutare gli altri». “Veleno”, questo il suo soprannome, aveva 89 anni ed è stato un animatore, oltre che il presidente del Masc, «una delle più belle espressioni di partecipazione mai realizzate».

Costruttore del Giardino d’estate era il padre di Franco Belletti, presidente della cooperativa Pantofla, e Lorenzo Belletti, ex gestore del mitico Pappafico. Molti ne rammentano gli interventi politici da militante non allineato della sinistra, un uomo «diretto e schietto che praticava e comunicava valori autentici».

«Una persona seria e retta – lo ricorda anche Franca Morigi – con una grande passione politica e una carica umana altrettanto grande. Amavo i suoi interventi diretti e pieni di immagini e concretezza e il suo ottimismo. Non era certo un militante cresciuto in batteria ma un costruttore con una bella famiglia». Lo piangono anche gli altri familiari, la moglie Ivana, le figlie Ornella e Silvia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui