Cervia, il Covid ha “cancellato” nove turisti tedeschi su dieci

Presenze scarse per la Pentecoste, nemmeno il taglio di tamponi e quarantena stimola i turisti tedeschi a sbarcare sulla costa. Solo timidi segnali negli ultimi giorni, ancora lontani dai tempi d’oro, quando herr e frau varcavano le Alpi in massa per partecipare al rito collettivo delle vacanze.

«Qualcosa si muove – sostiene l’albergatore Donato Buratti -, ma non sono numeri significativi. L’assenza dei tedeschi si avvicina al 90 percento percento delle loro presenze rispetto agli anni precedenti. Trascorreremo un’altra estate con gli ospiti italiani».

Giugno sarà quindi un mese critico, proprio per la mancanza degli stranieri, mentre tutte le speranze di ripresa sono puntate su luglio e agosto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui