Cervia finanzia un progetto contro sprechi alimentari e farmaceutici: ecco come partecipare

L’Amministrazione comunale ha pubblicato un “Avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse volte alla costituzione di una rete locale per il contrasto agli sprechi alimentari e farmaceutici e i recupero delle eccedenze”.

L’obiettivo dell’Avviso è quello di mettere a sistema e strutturare i soggetti che operano su interventi e progetti per il recupero alimentare in favore delle persone in condizioni di fragilità economica e sociale. La necessità è scaturita anche in conseguenza alle positive esperienze sperimentate nel periodo di emergenza sanitaria, durante la quale molti enti e realtà presenti sul territorio si sono attivati in tal senso.

L’Amministrazione intende mettere a disposizione un contributo economico di euro 34.500 all’anno, per un periodo minimo di tre anni.

Pertanto con l’Avviso si intende invitare i soggetti interessati a presentare progetti e manifestazione di interesse ad aderire alla rete territoriale che si vuole costituire.

Possono rispondere all’Avviso Organizzazioni del Terzo Settore iscritte nei rispettivi registri e albi di riferimento, imprese profit e non profit formalmente costituite, in possesso di partita Iva e iscritte nel registro della Camera di commercio, Associazioni di categoria, agenzie/enti/istituti formativi, parrocchie ed enti religiosi, oltre a gruppi informali (questi ultimi però non concorreranno al contributo comunale).

La manifestazione di interesse, con l’idea progettuale, dovrà pervenire entro le ore 12 di lunedì 22 novembre.

Una volta ricevuta la documentazione, il Servizio Servizi alla Comunità valuterà le candidature e i requisiti richiesti. I soggetti ammessi saranno invitati a partecipare al primo incontro del tavolo di co-progettazione, in programma martedì 23 novembre alle ore 18.30 nella Sala del Consiglio comunale. In tale occasione verrà avviato il percorso per giungere a un progetto condiviso che dovrà disegnare il complesso di interventi di recupero e redistribuzione di beni alimentari da attivarsi sul territorio e la relativa rete di soggetti che ne garantiranno l’attuazione in forma coordinata e integrata.

L’Assessore al Welfare Bianca Maria Manzi: “Durante ‘emergenza sanitaria molte realtà del territorio si sono distinte per l’impegno a favore delle persone in condizioni di fragilità economica e sociale. Forti di quell’esperienza, abbiamo pensato di non disperdere queste importanti risorse locali, ma di mettere a sistema una rete di soggetti che posano stabilmente contribuire al recupero alimentare e al riorientamento dei beni recuperati a favore di chi ne ha bisogno”. Info per partecipare al link https://www.comunecervia.it/servizi/bandi-e-selezioni-varie/scheda/avviso-pubblico-per-la-presentazione-di-manifestazioni-di-interesse-volte-alla-costituzione-di-una-rete-locale-per-il-contrasto-agli-sprechi-alimentari-e-farmaceutici-e-il-recupero-delle-eccedenze.html

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui