Cervia, ecco la vigilanza notturna in pineta contro gli incendi

Dopo gli incendi scatta il servizio di vigilanza della pineta anche nelle ore notturne. Personale del Comune, forze dell’ordine e volontari della Protezione civile però non bastano più, per cui il compito è stato affidato alla Fenice security service di Fano per circa 6.000 euro.

Il Comune aveva attivato dal 15 giugno la fase di attenzione per gli incendi boschivi, ma dal 19 luglio è scattata quella di pre allarme, causa l’andamento climatico. Clima torrido e venti di libeccio favoriscono infatti i roghi, cui si era ovviato con il “Servizio Aib” affidato alla Lance cb, tutti i giorni dalle 13 alle 19 fino al 12 settembre.

Nel weekend del 24 e 25 luglio la pineta ha però subito l’attacco dei piromani, che ne hanno causato l’incendio di alcune porzioni nella parte nord. Il ritrovamento di otto inneschi fa infatti pensare ad una natura “presumibilmente dolosa” del rogo, come pure la sua corrispondenza ad un fine settimana potrebbe essere messa in relazione agli atti vandalici che colpiscono la località nelle giornate di punta. Ad ogni modo il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco e degli stessi volontari Lance ha evitato che le fiamme si propagassero.

Restano però alcune chiazze nere di vaste proporzioni nel pregiato sotto bosco, già sconvolto dalla tromba d’aria del luglio 2019. Proprio il rischio che simili episodi possano ripetersi, e inoltre il fatto che la pineta – pur interdetta nelle ore notturne – rimaneva incustodita dalle 19 lasciando via libera ai malintenzionati, ha convinto il Comune ad ingaggiare la Security.

Oltretutto proprio nella parte recentemente colpita dai roghi sono presenti alcuni residui bellici risalenti alla seconda guerra mondiale e la vicinanza delle case rende ancora più delicata la situazione. L’espandersi delle fiamme creerebbe un disastro non più governabile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui